IMPRESA SOCIALE /
Al via SalernoWelfare, una nuova piattaforma per fare welfare al tempo del Coronavirus
Il progetto è promosso dal Gruppo Cooperativo CGM insieme al Consorzio La Rada, grazie al supporto di diverse fondazioni locali
13 maggio 2020

Dopo le esperienze di Biella, Matera, Sondrio, Rho e Napoli, il Gruppo Cooperativo CGM ha promosso la piattaforma digitale per i servizi alla persona SalernoWelfare. Realizzata insieme al Consorzio La Rada di Salerno, e grazie al supporto della software house Moving, la piattaforma racchiude una selezione di servizi di welfare implementati dalle cooperative sociali del territorio e dedicati a varie fasce della popolazione: dai bambini agli anziani, dalle famiglie agli operatori sanitari.

Grazie all'iniziativa i residenti della provincia campana potranno potranno scegliere tra diverse prestazioni di natura sociale in continuo aggiornamento. Al momento sono disponibili servizi di intrattenimento ludico-educativo e tutoring online per la gestione dei compiti per i più piccoli; interventi di supporto psicologico come "Quattro chiacchiere al tel" dedicato alle persone anziane e che si sentono sole; supporto alla genitorialità e alle neomamme e neopapà per consulenze sull’allattamento o per le cure necessarie nei primi mesi di vita di un bambino e supporto tata. E ancora servizi di assistenza domiciliare con infermieri, fisioterapia, logopedia, terapie a domicilio per anziani affetti da Alzheimer, musicoterapia e diversi servizi dedicati alle persone che hanno più difficoltà a spostarsi, come il “Taxi sociale” o la “Spesa che non pesa”.

Secondo Elena Palma Silvestri, presidente del Consorzio La Rada, "SalernoWelfare è il modo che abbiamo scelto per dire alle nostre comunità che non ci siamo mai fermati e che continueremo ad esserci, offrendo il nostro contributo per uscire fuori da questa crisi insieme e più uniti. Una piattaforma comunitaria in cui troverete alcuni servizi gratuiti, altri a prezzi molto accessibili e molti servizi nuovi, frutto dell’ascolto dei nuovi bisogni che stanno emergendo in questa fase e che attendevano risposte diverse".

"Tutto questo", prosegue Silvestri, "è reso possibile grazie allo straordinario impegno in parte volontario dei nostri cooperatori e alla generosità delle Fondazioni locali che hanno deciso di acquistare pacchetti di servizi per andare incontro a chi è più fragile e lo è ancor di più in questa fase emergenziale. Pertanto vorrei esprimere la nostra gratitudine ai Presidenti e ai CdA di Fondazione Carisal, Fondazione della Comunità Salernitana e Fondazione Copernico".

"Partendo dall’alleanza preziosa con le fondazioni locali" conclude Silvestri "è nata l’idea di aprire un fondo presso la Fondazione di Comunità Salernitana con l’augurio che anche altre fondazioni, imprese ed Enti del territorio possano sostenere questa iniziativa affinchè le famiglie che stanno attraversando un periodo difficile possano essere raggiunte dai nostri servizi. Questo tempo ci ha dimostrato che la solidarietà è il più potente strumento di welfare che abbiamo". Proprio per questo "chi ha metta, chi non ha prenda" sarà lo slogan per una futura campagna di raccolta fondi.

 


NapoliWelfare, una piattaforma digitale che integra il welfare cooperativo e quello aziendale in tempi di Coronavirus

Coronavirus: nasce una piattaforma gratuita per aiutare i Comuni a distribuire i buoni spesa ai cittadini bisognosi

Giuseppe Bruno: innovazione dell'offerta e digitalizzazione, la proposta di CGM per far ripartire l'imprenditoria sociale