TERZO SETTORE / Volontariato
Integrazione: a Cinisello i profughi inseriti come volontari nelle associazioni locali
Più integrazione e risorse umane grazie a un accordo tra Comune, Prefettura di Milano e sodalizi cittadini
11 febbraio 2015

Grazie a un accordo tra Comune, Prefettura di Milano e sodalizi cittadini, i 39 profughi ospiti della città dallo scorso luglio saranno inseriti nelle associazioni di volontariato per svolgere attività dove vi è più bisogno, sopperendo alla carenza di risorse umane e favorendo così un percorso di maggior integrazione.

A firmare l’accordo sono state oltre una decina di realtà: il locale comitato della Croce Rossa, la cooperativa la Cordata, la Fondazione Fratelli di San Francesco d’Assisi, Auser, Fondazione Cumse, Banco Alimentare onlus, Anffas, Compagnia teatrale ambrosiana, Centro di aiuto alla vita, Centro anziani Costa, Centro anziani Friuli, Aias - La terrazza.

Concretamente i profughi svolgeranno piccoli lavori di manutenzione nei centri anziani, accompagneranno le persone che necessitano di terapie per conto dell’Auser, porteranno la spesa alle famiglie bisognose, faranno compagnia agli ospiti de La Terrazza e affiancheranno nelle attività sportive i ragazzi dell’Anffas. Anche all’interno dell’Amministrazione comunale si sta ipotizzando di inserire qualcuno dei profughi in attività socialmente utili. Un progetto molto interessante per togliere dall'isolamento i profughi e integrarli nel tessuto sociale delle comunità ospitanti.

 

Cinisello, le competenze dei profughi per le associazioni di volontariato
Ferdinando Baron, Corriere della Sera, 10 febbraio 2015

I 39 profughi di Cinisello Balsamo verranno impiegati nel volontariato
Luca di Bisceglie, Milano Today, 10 febbraio 2015


 

 
NON compilare questo campo