TERZO SETTORE /
Fondosviluppo lancia un bando da mezzo milione di euro per la cooperazione di comunità
Aperto alle cooperative che salvaguardano il patrimonio artistico, culturale, delle tradizioni, dei saperi e delle eccellenze agroalimentari
24 gennaio 2018

Fondosviluppo, Fondo Mutualistico di Confcooperative per la promozione e lo sviluppo della cooperazione, ha deliberato uno stanziamento di 500 mila euro per dare seguito all’azione di sistema di Confcooperative per la promozione e animazione della cooperazione di comunità quale strumento di coesione sociale e sviluppo sostenibile.


I destinatari

La finalità del bando è il sostegno a cooperative di comunità che, cogliendo le sfide sociali provenienti dai territori particolarmente disagiati, rappresentano un efficace strumento di sviluppo locale, di inclusione sociale e di recupero e salvaguardia di tali aree. Pertanto, in tale logica, il bando è rivolto alle cooperative di comunità con sede o operanti nelle aree interne e nelle altre aree con analoghe e documentate condizioni di spopolamento o impoverimento sociale ed economico, e che presentano una compagine sociale significativamente partecipata da persone fisiche e/o giuridiche in relazione con il territorio e interessate al suo sviluppo.  

Tali cooperative, attraverso le molteplici attività, devono perseguire la finalità comunitaria anche tramite la salvaguardia del patrimonio artistico, culturale, delle tradizioni, dei saperi e delle eccellenze agroalimentari.


Come candidarsi

I candidati dovranno presentare un business plan con le seguenti caratteristiche:

  • diversificazione delle attività produttive e dei benefici ai soci, utilizzando le risorse del territorio, disponibili ma dimenticate e non più utilizzate (es. tutela e valorizzazione patrimoni culturali e ambientali, opportunità lavorative, turismo sostenibile, agricoltura, energie rinnovabili, gestione parchi, commercializzazione prodotti tipici, trasporti locali);
  • declinazione operativa delle finalità comunitarie di promozione e sviluppo del territorio e della comunità di riferimento;
  • servizi rivolti anche all’esterno della comunità i cui margini vengono reinvestiti a favore della comunità e nelle attività socialmente utili;
  • mix tra attività produttive e attività utili per la comunità;
  • indicatori di impatto sociale ed incremento occupazionale;
  • documentazione relativa ai rapporti con gli enti locali e partnership pubbliche e private.


I contributi erogabili

Il bando offrirà sostegno lungo tre linee:

  1. Contributi e interventi economici: 5.000 euro quale premio di nascita per le neo costituite (entro 24 mesi precedenti alla presentazione della domanda) da erogarsi in tranche annuali, sulla base dello stato di avanzamento di attuazione del progetto; abbattimento totale degli interessi applicati dalla BCC locale su un finanziamento di massimo 30.000 euro per investimenti materiali e tecnologici o per richieste di circolante, oppure, in alternativa al mutuo della BCC locale, 30.000 euro di mutuo diretto di Fondosviluppo a condizioni agevolate (durata 5 anni di cui 1 di preammortamento, tasso fisso 1,2% , garanzia Cooperfidi Italia) sia per investimenti materiali e tecnologici (cooperazione 4.0) che per richieste di circolante; contributo ai costi per servizi di consulenza e accompagnamento per la costituzione e gestione, erogati da società di sistema di Confcooperative (CSA), sulla base di contratti stipulati o di preventivi, entro un importo massimo di € 2.000 annui per la durata massima di 3 anni;
  2. Messa a disposizione di una piattaforma condivisa delle buone pratiche alla quale partecipare tramite la community Confcooperative;
  3. Affiancamento di un tutor dedicato, individuato di volta in volta tra gli agenti di sviluppo locale referenti delle Unioni territoriali e partecipanti alla community Confcooperative;

Le Cooperative di Comunità che risulteranno aver conseguito il punteggio più alto e che quindi risulteranno le più meritevoli a giudizio insindacabile della Commissione di Valutazione in base alla graduatoria finale, riceveranno uno o più premi sopra descritti. I premi sono cumulabili fra loro e verranno erogati secondo una logica di gradualità temporale, in base allo stato di avanzamento del progetto di sviluppo locale approvato.

Maurizio Gardini, presidente di Fondosviluppo e Confcooperative, ha spiegato che si tratta di "un investimento finalizzato a sostenere il ruolo delle cooperative, sentinelle del territorio, capaci di intercettare, più di ogni altra impresa, i bisogni delle comunità. Dove lo Stato si ritira perché non è più in grado di organizzare servizi e risposte e il privato neanche pensa a cimentarsi, le cooperative favoriscono l’autorganizzazione dei cittadini mettendoli in condizione di rispondere alle proprie esigenze".


Per info e scadenze

Requisiti, informazioni e modalità di candidatura sono disponibili sul sito di Fondosviluppo. Le candidature dovranno essere presentate entro il 31 marzo 2018.
 

 


Mutualità, cooperazione e prossimità: il welfare aziendale di Confcooperative Bologna

Cooperative sociali: che impatto! Innovazione e benefici per territorio, lavoratori e Stato

La questione della misurazione dell'impatto sociale. Proposta di un percorso intenzionale
 
NON compilare questo campo