RAPPORTI / Secondo Rapporto 2W
Il sostegno alla domanda di servizi alla persona e alla famiglia
Quinto capitolo del Secondo Rapporto sul secondo welfare
23 novembre 2015

Il quinto capitolo del Secondo Rapporto sul secondo welfare in Italia affronta il tema cruciale del mancato investimento in natalità del mondo occidentale e le sue conseguenze sul modello di sviluppo e sui sistemi di welfare, con l’obiettivo di proporre dispositivi capaci di salvaguardare gli elementi caratterizzanti dei welfare state di stampo europeo: l’universalità, il rispetto dell’individuo, l’uguaglianza di trattamento in termini di livelli essenziali di assistenza, di quantità e qualità del servizio. Il capitolo analizza alcune esperienze chiave in quei paesi - come la Francia, il Belgio, la Finlandia - che hanno optato per un modello di welfare fondato su sistemi di voucher e su una rete di fornitori accreditati o autorizzati per favorire una maggiore conciliazione tra vita lavorativa e vita familiare. Il capitolo richiama poi la proposta di introduzione di un voucher universale servizi alla persona presentata nel giugno 2014 e delinea alcune proposte per la sperimentazione di strumenti di moneta digitale - “social coins” - da veicolare attraverso “digital wallet” diffusi.