TERZO SETTORE / Fondazioni
A Milano arriva il Mezzogiorno che vuole cambiare
Al Castello Sforzesco due giorni di confronto sul tema della sostenibilità promossi da Fondazione Cariplo e Fondazione CON IL SUD
17 settembre 2014

In occasione del suo ottavo compleanno la Fondazione CON IL SUD, in collaborazione con Fondazione Cariplo, organizza a Milano Con il Sud sostenibile: la nuova linea del cambiamento”, una grande festa dedicata a quelle realtà della società civile che ogni giorno sono impegnate a promuovere il bene comune all’interno del proprio contesto sociale e territoriale. Dopo le manifestazioni di Napoli (2011), Torino (2012) e Bari (2013) - realizzate alternativamente nel Nord e nel Sud Italia per sottolineare il progetto unitario perseguito dalla fondazione - l’evento annuale di Fondazione CON IL SUD approda dunque anche nel capoluogo lombardo. L’appuntamento è per il 26 e 27 settembre al Castello Sforzesco, dove esponenti del terzo settore, delle istituzioni e della cultura si confronteranno su idee e interventi innovativi accomunati dalla loro “sostenibilità” sociale, culturale, ambientale ed economica. Al centro dell’attenzione, ovviamente, ci saranno esperienze sviluppate nelle regioni meridionali che hanno scelto di seguire modelli di sviluppo alternativi a quelli storicamente praticati nel Mezzogiorno, cui si affiancheranno anche buone pratiche realizzate nel resto del Paese.

La giornata di venerdì 26 sarà dedicata agli incontri tematici, che porranno al centro dell’attenzione le testimonianze di diverse realtà che hanno dato vita a progetti sociali sia nel Sud che nel Nord del Paese.
 In serata, nel Cortile del Castello, si svolgerà un grande concerto che coinvolgerà oltre 150 giovanissimi esecutori, dai 5 ai 13 anni. Le quattro orchestre giovanili coinvolte - Sanitansamble di Napoli, Quattrocanti di Palermo, Orchestra dei Popoli e FuturOrchestra di Milano - hanno implementato in Italia il sistema iniziato in Venezuela dal maestro José Antonio Abreu che mira all’educazione musicale pubblica, diffusa e capillare, con accesso gratuito e libero, per bambini di tutti i ceti sociali al fine di rendere le orchestre sinfoniche un mezzo di organizzazione e sviluppo della comunità. Queste esperienze si sono rivelate molto positive in realtà storicamente difficili, come il rione Scampia di Napoli o lo Zen di Palermo.

Sabato 27 sarà invece il momento dell’incontro sui temi dello Sviluppo cui parteciperanno, tra gli altri, Carlo Borgomeo, Presidente della Fondazione CON IL SUD, Pietro Barbieri, Portavoce del Forum del Terzo Settore e l’ex presidente della Commissione UE Romano Prodi, oltre ai direttori dei principali quotidiani italiani che si confronteranno sui alcuni dei temi promossi dall’evento. Nel pomeriggio seguirà una tavola rotonda sulle opportunità offerte da Expo 2015 che, oltre ad avere un grande potenziale di impatto sull’economia, per la prima volta porterà al centro dell’attenzione internazionale esperienze legate al mondo del terzo settore, del volontariato e dell’economia civile.

Il programma di "Con il Sud sostenibile"


Potrebbe interessarti anche:

Puntare sulla coesione sociale: un approccio diverso per affrontare i problemi del Sud

Il rilancio del Sud? Passa dalla società prima che dall'economia

Emergenza carceri: i progetti della Fondazione Con il Sud


Torna all'inizio

 

 
NON compilare questo campo