Valentino Santoni

Laureato in Sociologia presso l'Università degli Studi di Bologna, nel corso del 2016 ha conseguito con lode la Laurea Magistrale in Sociologia e Ricerca Sociale con una tesi intitolata "Il nuovo welfare tra impresa e territorio". Da aprile 2016 è ricercatore presso il laboratorio Percorsi di Secondo Welfare, dove si occupa principalmente di aspetti legati alla formazione e alla ricerca in materia di welfare aziendale, contrattazione e bilateralità. Nel corso della sua attività ha partecipato alla stesura del Terzo Rapporto sul secondo welfare in Italia, curando il capitolo dedicato al welfare aziendale. Oltre ad essere coinvolto nelle attività di formazione e accompagnamento promosse dal laboratorio, pubblica periodicamente approfondimenti, analisi e riflessioni all'interno di questo portale.

Vai al profilo completo di Valentino Santoni

 

 

 
Heineken Italia, welfare e benessere per i suoi 1.000 collaboratori
Heineken Italia, divisione nostrana della nota azienda produttrice di birra olandese, nel nostro Paese conta quasi 1.000 collaboratori. Allo scopo di fornire loro nuovi strumenti per affrontare le sfide della quotidianità e favorire l’armonizzazione dei tempi di vita e di lavoro, la società ha messo in pieni alcune strategie di welfare management molto interessanti. Ve ne parliamo in questo approfondimento.
 
Flessibilità, ascolto e rilevazione dei bisogni: il piano di flexible benefits di EY
Alcune recenti indagini hanno evidenziato come i lavoratori più giovani siano particolarmente attenti alla possibilità di avere accesso a misure e benefit aziendali in grado di fornire una risposta ai bisogni sociali che si manifestano nel corso della vita. Ad accorgersi di ciò è stata EY, realtà che si occupa di servizi di consulenza alle imprese, che ha avviato un piano di flexible benefits per oltre 5.000 dipendenti e professionisti.
 
Brawo Spa, quando il welfare aziendale è frutto del dialogo e del confronto
Brawo è una azienda bresciana che si occupa dello stampaggio e della lavorazione di metalli. La società, che conta oltre 360 addetti, è da sempre attenta alle necessità e ai bisogni dei suoi collaboratori. Nel 2019, in occasione dell'80esimo compleanno del presidente di Brawo Giorgio Gnutti, l'azienda ha inaugurato un nuovo piano di welfare aziendale. Ve ne parliamo in questo approfondimento.
 
Un buon piano di welfare parte dalla comunicazione: l'esperienza di Bofrost
Bofrost, nota società che si occupa della vendita di prodotti alimentari surgelati, è stata una delle prime realtà a introdurre piani di welfare aziendale strutturati e rivolti a tutti i suoi collaboratori. Nel corso degli anni, anche grazie al coinvolgimento dei lavoratori in un complesso piano di informazione e comunicazione, la proposta di welfare si è evoluta e affinata. Ve ne parliamo in questo approfondimento.
 
WeBecome, la piattaforma di Intesa Sanpaolo per contrastare il disagio sociale dei bambini
Lo scorso 17 maggio è stato presentato a Milano alla presenza del Ministro per l'Istruzione, l'Università e la Ricerca Marco Bussetti e del Presidente di Intesa Sanpaolo Gian Maria Gros-Pietro il progetto WeBecome. Si tratta di un'iniziativa promossa proprio dal Gruppo Intesa Sanpaolo volta a favorire la prevenzione e il contrasto di fenomeni di disagio sociale dei bambini tra i 6 e i 10 anni. Ecco in cosa consiste.
 
Il programma Rai ''Officine Italia'' ha realizzato un interessante approfondimento sul welfare aziendale
Lo scorso 18 maggio "Officina Italia", il settimanale del TGR curato da Giorgio Tonelli, ha realizzato un interessante approfondimento sul welfare aziendale. In studio, Rossella Sobrero, Docente presso l'Università degli Studi di Milano, ha delineato i contorni del fenomeno individuando le opportunità per imprese e lavoratori. Molte poi le esperienze di welfare raccontate: tra queste ci sono quella di Jointly, di Eudaimon, di Liomatic, di Baxi e del Gruppo H&B.
 
A Modena nasce una rete per promuovere un welfare aziendale sempre più inclusivo e aperto
Lo scorso aprile è partito ufficialmente il progetto Rete Welfare Aziendale di Modena. Si tratta di un intervento promosso in prima battuta dal Comune e dalla Provincia di Modena, a cui hanno aderito le parti sociali e circa 50 imprese del territorio, volto a promuovere la diffusione di azioni di welfare aziendale integrate con l'offerta di welfare locale, privata e proveniente dal Terzo Settore. Valentino Santoni ci racconta in che cosa consiste questa iniziativa.
 
Smart Working Places, quali opportunità per le imprese e i ''lavoratori agili''?
Lo smart working sta diventando un tassello importante di un modello sociale e del lavoro in profonda trasformazione. Quali possono essere le strategie per favorirne la diffusione? Come si possono sostenere i cosiddetti smart worker? Per rispondere a queste domande parte "Smart Working Places", progetto promosso dall'Ente Bilaterale Veneto FVG in cui è coinvolto anche il nostro Laboratorio.
 
Premi di risultato e welfare aziendale: ecco i dati del MEF per l'anno 2017
Nel mese di aprile il Ministero dell'Economia ha reso pubblici i dati relativi alla tassazione dei redditi dei lavoratori dipendenti per l'anno 2017. Attraverso un'analisi di tali dati Ocsel, l'Osservatorio sulla contrattazione di secondo livello di Cisl, ha estrapolato alcune tendenze relative alla diffusione di alcuni strumenti contrattuali, come i premi di risultato e il welfare aziendale. In questo contributo vi presentiamo alcune delle evidenze più interessanti.
 
Il welfare aziendale sbarca nel CCNL dei dipendenti dei centri elaborazione dati e degli studi di professionisti digitali
Da gennaio 2019, tutte le imprese che adottano il contratto collettivo per i lavoratori dei Centri di Elaborazione Dati, imprese ICT e professionisti digitali dovranno prevedere, per tutti i dipendenti, una quota annuale da destinare a beni e servizi di welfare aziendale. Questa novità è stata prevista dal recente rinnovo del CCNL del settore sottoscritto dalle parti sociali.
 
Nonno Nanni investe nel welfare per i propri collaboratori
Latteria Montello, azienda di prodotti caseari nota soprattutto per il brand Nonno Nanni, ha scelto di investire nel welfare aziendale. Dal 1° aprile, infatti, l'azienda ha introdotto un piano di welfare con l'obiettivo di rafforzare il suo impegno e migliorare la vita lavorativa e privata dei suoi 200 collaboratori. Il progetto prevede l'implementazione di una piattaforma informatica grazie alla quale ogni dipendente potrà utilizzare il proprio credito welfare.
 
I luoghi che fanno vivere la comunità: ecco cosa c'è nel nuovo numero di Rivista Solidea
Da qualche giorno è disponibile il nuovo numero di Rivista Solidea, dedicato ad un tema centrale per il welfare italiano: i luoghi che fanno "vivere" la comunità. Attraverso una serie di approfondimenti sono analizzati i processi che consentono ad un semplice luogo di tramutarsi in un vero e proprio "attivatore" di esperienze positive capaci di creare coesione sociale o di generare innovazione, cambiamento e lavoro.
 
Produttività e welfare aziendale: in arrivo un nuovo disegno di legge?
Recentemente Il Sole 24 Ore ha scritto che i parlamentari della Lega stanno lavorando a una bozza di disegno di legge sui temi della produttività e del welfare aziendale. Il Ddl dovrebbe prevedere una riduzione dell'imposta sostitutiva per i premi di risultato, misure per favorire l'occupazione femminile e la possibilità per i dipendenti di chiedere il rimborso per le spese veterinarie. Ce ne parla Valentino Santoni.
 
Le cooperative tra Mercato e servizi di welfare: ora la sfida è continuare a innovarsi
Valentino Santoni su Corriere Buone Notizie spiega come il mondo della cooperazione in questi anni sia stato capace di superare la crisi anche grazie alla sua capacità di innovarsi e investire in settori cruciali per la vita dei cittadini, come istruzione e sanità privata. E di come diverse realtà abbiano avviato un interessante riposizionamento nel mercato dei servizi di welfare aziendale.
 
Universal Music Italia, cresce il programma di welfare aziendale
Universal Music Italia, società discografica parte del gruppo Universal Music, nel 2017 ha attivato un piano di welfare aziendale per i suoi collaboratori. Dall'inizio di quest'anno il programma è stato ampliato e ha preso il nome di "Universal Welfare". Ad oggi, i dipendenti di Universal Music hanno accesso a servizi e prestazioni riguardanti quattro aree principali: famiglia e infanzia, salute e benessere, tempo libero e attività di consulenza.
 
Welfare 4.0, un volume sul ruolo del welfare aziendale per la comunità
"Welfare 4.0. Competere responsabilmente" è un volume di recente pubblicazione che si propone di analizzare e approfondire il fenomeno del welfare aziendale in un'ottica di Responsabilità Sociale d'Impresa. In questo approfondimento vi raccontiamo quelle che sono le principali tematiche toccate dal volume, edito da FrancoAngeli e scritto da Stefania Fornasier, Giulia Lucchini, Fabio Streliotto e Giampietro Vecchiato.
 
Il welfare aziendale continua a crescere. A dirlo sono i nuovi dati diffusi dal Ministero del Lavoro
Secondo il report periodico del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali oltre la metà degli accordi di secondo livello che prevedono forme premiali correlate alla produttività includono misure di welfare aziendale. Dal 2016 la percentuale è aumentata di oltre 30 punti ed è oggi pari al 51%. Restano però notevoli difformità legate a territorialità, attività e dimensione delle realtà coinvolte.
 
Welfare aziendale: UNI dà il via alla consultazione pubblica per la nuova prassi sulla qualità dei servizi
UNI - Ente Italiano di Normazione è al lavoro per la realizzazione di una prassi di riferimento che fornirà le linee guida in merito ai requisiti di qualità dei servizi alla persona nel welfare aziendale. Dallo scorso 1° aprile, il tavolo di lavoro ha approvato l'avvio della consultazione pubblica del progetto: ciò comporta che tutti coloro che vogliono fornire il proprio contributo potranno consultare il documento e proporre modifiche.
 
Welfare e contrattazione nella piccola impresa: si può fare. Il caso di Landoor
È possibile fare welfare anche nelle micro e piccole imprese? È possibile farlo coinvolgendo anche il sindacato? In questo approfondimento, il nostro Valentino Santoni racconta la storia di Landoor, società di traduzioni con sede a Milano, che ha recentemente realizzato un nuovo accordo aziendale con le parti sociali al fine di introdurre un premio di risultato, misure di flessibilità oraria, smart working e interessanti interventi di welfare aziendale.
 
Raggiunto l'accordo sul nuovo CCNL delle cooperative sociali
A sei anni dalla scadenza del precedente contratto collettivo, le rappresentanze sindacali di categoria e le associazioni imprenditoriali hanno raggiunto l'accordo per la sottoscrizione del nuovo CCNL delle cooperative sociali. Il rinnovo prevede incrementi salariali e l'inserimento di nuove figure professionali. Inoltre, in tema di welfare contrattuale l'intesa ha previsto un aumento dei contributi a carico del datore di lavoro per la previdenza complementare.
 
 
Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12