POVERTÀ ALIMENTARE /
Premio nazionale editoria universitaria: il nostro volume sulla povertà alimentare accede alla finale
Il libro edito da Il Mulino è tra i 10 titoli che si contenderanno il riconoscimento dell’Associazione Italiana del Libro
06 novembre 2016

Il volume Povertà alimentare in Italia: le risposte del secondo welfare, scritto dalla nostra direttrice Franca Maino e dai ricercatori Lorenzo Bandera e Chiara Lodi Rizzini, edito da Il Mulino, è tra i 10 finalisti che si contenderanno il Premio nazionale editoria universitaria nella sezione Scienze politiche e sociali.

Il Premio Nazionale di Editoria Universitaria è indetto dall’Associazione Italiana del Libro e si pone l’obiettivo di contribuire ad accrescere nel nostro Paese la qualità complessiva dell'offerta editoriale rivolta alla formazione degli studenti universitari, favorendone allo stesso tempo una maggiore diffusione e accessibilità. Si concorre con testi, dispense e libri finalizzati all'insegnamento universitario, capaci di affiancare alla funzione didattica la capacità di divulgazione scientifica. Verranno premiati gli autori che si sono particolarmente distinti, nello spirito degli obiettivi del Premio, per l'efficacia e chiarezza dell’esposizione ai fini della formazione degli studenti in tutti gli ambiti scientifico-disciplinari.

La cerimonia di premiazione è prevista per il prossimo 1° dicembre a Roma, presso l’Università La Sapienza. In quell’occasione saranno resi pubblici i nomi dei vincitori… Incrociamo le dita!
 

 


Povertà alimentare in Italia: un volume per raccontare le risposte del secondo welfare

Spreco e povertà alimentare: facce della stessa medaglia

Approvata in via definitiva la legge antispreco
 
NON compilare questo campo
 

Carolina | 08.11.2016
Ho letto il libro. E' veramente ricco di dati, informazioni ed esperienze dirette, che sono tuttavia esposte in maniera semplice e fruibile nonostante il taglio accademico. Cosa rara visto che gli accademici spesso scrivono più per la propria cerchia che per i non esperti come me. Complimenti agli autori per il riconoscimento, speriamo possano aggiudicarsi il premio.
  431