Valentino Santoni

Valentino Santoni si è laureato nel marzo 2016 in Sociologia e Ricerca Sociale presso l’Università di Bologna con una tesi intitolata “Il nuovo welfare tra impresa e territorio: il caso della Provincia di Ancona”. Nel 2013 si è laureato in Sociologia presso l’Università di Bologna. Attualmente è volontario presso la Onlus Oikos di Jesi (An), per la quale ha realizzato una ricerca quantitativa con il fine di rendicontare e valutare l’attività svolta dall’associazione negli ultimi anni. Collabora con Percorsi di Secondo Welfare da aprile 2016 e ha partecipato a diverse ricerche in materia di welfare aziendale.

 

 

 
Nasce WelfareImpresa, l'associazione delle società che si occupano di welfare aziendale
Recentemente, alcune delle più importanti società che si occupano di servizi alle imprese hanno creato un'associazione - WelfareImpresa - che si propone sul panorama nazionale come punto di riferimento confederale per tutti gli attori che operano nell'ambito dell'offerta dei servizi e delle prestazioni di welfare aziendale. In questo articolo - grazie all’intervista con la Presidente dell'associazione, Chiara Fogliani - cerchiamo di approfondire quali sono gli obiettivi che WelfareImpresa si pone.
 
Investire in comunicazione e evitare una deriva consumistica: le sfide per il welfare aziendale
In questo approfondimento vi proponiamo un'analisi del Rapporto sul welfare aziendale recentemente curato dal Censis e dal provider Eudaimon. Riprendendo i dati che riassumono il punto di vista dei lavoratori, cercheremo di comprendere meglio quali sono le potenzialità del welfare aziendale in campo sociale, i limiti della sua diffusione e i rischi derivanti da una sua "deriva commerciale".
 
Agenzia delle Entrate: no al cumulo dei fringe benefit per la fiscalità agevolata
L'Agenzia delle Entrate, in una recente istanza, ha sancito l'impossibilità di godere della fiscalità agevolata prevista per i beni e i servizi (definiti dall'articolo 51 del Tuir) nel caso in cui il lavoratore utilizzi simultaneamente voucher welfare e fringe benefit. In questo articolo, Valentino Santoni ci spiega quali sono i punti da seguire per il corretto uso dei voucher welfare secondo la normativa vigente.
 
Si arricchisce il welfare integrativo per gli artigiani veneti
Nel corso del 2017, attraverso la contrattazione regionale, il comparto dell'artigianato in Veneto ha rafforzato le misure di welfare integrativo. In particolare, le parti sociali si sono accordate per incrementare i sistemi di previdenza complementare e di sanità integrativa rivolti ai lavoratori di alcuni settori del comparto. In questo articolo, il nostro Valentino Santoni ci racconta di che cosa si tratta e quali sono le novità introdotte.
 
Il welfare aziendale e il mondo cooperativo: l'esperienza del Gruppo CGM
Recentemente, il Gruppo Cooperativo Gino Mattarelli (CGM) ha avviato un'imponente iniziativa in tema di welfare aziendale. Il progetto è stato presentato anche nel corso della XIII Convention di CGM, dal titolo "Tutta un'altra impresa! Sociale, creativa e sostenibile", tenutasi l'1 e il 2 febbraio scorso a Milano. All'interno di questo articolo - oltre a illustrarvi la proposta del Gruppo CGM per le imprese - vi proponiamo un'approfondimento su quelli che sono i possibili legami tra mondo cooperativo e welfare aziendale.
 
Alternanza Scuola-Lavoro: nascono la Carta dei diritti e dei doveri degli studenti e un Osservatorio
Nella Gazzetta Ufficiale del 21 dicembre 2017 è stato pubblicato il decreto interministeriale che istituisce la Carta dei diritti e doveri degli studenti che compiono un percorso di Alternanza Scuola-Lavoro. Inoltre, nel corso del mese di gennaio 2018, il Miur ha fondato un Osservatorio che si occuperà di monitorare la qualità di tali percorsi. Si tratta di due strumenti fondamentali per il futuro dell'Alternanza. In questo articolo vi spieghiamo a cosa servono e come funzionano.
 
Cgil: continua a crescere la contrattazione sociale territoriale
Negli ultimi anni, a causa delle mutate condizioni economiche e sociali, la contrattazione sociale territoriale - cioè quella realizzata a livello locale fra istituzioni, sindacati e associazioni - ha assunto una notevole rilevanza nel nostro Paese. Con lo scopo di mappare la diffusione del fenomeno, le principali sigle sindacali hanno istituito degli osservatori. In questo articolo vi presentiamo i dati presentati all'interno del rapporto dell'Osservatorio di Cgil.
 
Sono sempre di più le cooperative che fanno welfare aziendale. Ma spesso non lo sanno
Recentemente, il nostro Laboratorio ha condotto una ricerca per il Consorzio Solidarietà Sociale di Parma, realtà che aggrega 31 cooperative di varia natura del territorio parmense. Lo scopo dell'indagine è stato quello di mappare lo sviluppo dei sistemi di welfare aziendale e dei servizi di conciliazione vita-lavoro all'interno delle realtà che aderiscono al Consorzio. In questo approfondimento vi presentiamo i principali risultati.
 
Welfare aziendale: in Italia il suo valore potenziale è di 21 miliardi di euro
Mercoledì 24 gennaio a Roma è stato presentato il primo Rapporto realizzato da Fondazione Censis e da Eudaimon, in collaborazione con Credem, Edison e Michelin, sul welfare aziendale in Italia. L'obiettivo dell'indagine è stato quello di analizzare e comprendere le principali caratteristiche degli strumenti di welfare adottati delle imprese del nostro Paese. In questo articolo Valentino Santoni ci presenta i principali risultati della ricerca.
 
Da Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus oltre un milione di euro per il contrasto alla povertà
La Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus nel corso del 2017 ha garantito più di 5.000 pasti e 1,000 posti letto presso mense e dormitori sparsi in tutta Italia, consentendo la piena operatività di 27 dormitori e 36 mense anche nei giorni invernali, quando aumentano le persone in grave difficoltà. Dal 2012 la Fondazione, ramo filantropico del gruppo Intesa Sanpaolo, ha stanziato oltre un milione di euro per attività legate al contrasto alla povertà.
 
Piteco Spa: importante riconoscimento per il suo welfare aziendale
Piteco Spa, società che si occupa della progettazione, sviluppo e implementazione di soluzioni software nell'ambito finanziario, è una delle imprese che ha recentemente ricevuto l'attestato "Top Welfare" dall'Istituto Tedesco di Qualità e Finanza per il sistema di welfare aziendale dedicati ai suoi 80 lavoratori. Valentino Santoni ci racconta come funziona il piano di welfare sviluppato dalla società.
 
Welfare aziendale e occupazione femminile: un libro per approfondire il nesso
Lo scorso settembre 2017 è stato pubblicato per la casa editrice Guerini Next il volume curato da Filippo Di Nardo dal titolo "Un welfare aziendale per le donne". Il libro si propone di approfondire le modalità attraverso cui gli strumenti di welfare aziendale divengono delle valide forme di sostegno per conciliare i carichi di cura familiari e quelli lavorativi. Nei prossimi giorni vi presenteremo alcuni dei contributi presenti nell'opera.
 
Nasce Fondazione Roche: un nuovo attore di secondo welfare nell'ambito della sanità e della salute
Roche Italia, azienda leader mondiale nel settore delle biotecnologie, in occasione dei suoi 120 anni ha deciso di dar vita ad una propria fondazione. Questa nuova realtà vuole essere una testimonianza dell'impegno della società in un ambito fondamentale per l'essere umano: quello della salute. La presentazione della Fondazione Roche è avvenuta il 16 gennaio a Roma. Noi c'eravamo: ecco cosa è successo.
 
Legge di Bilancio 2018: quali sono le novità in materia di welfare aziendale?
Come le manovre degli anni precedenti, anche la Legge di Bilancio 2018 ha previsto delle interessanti novità in tema di welfare aziendale. Anche se non ci troviamo di fronte ad una vera "rivoluzione" come quella avvenuta nel 2016, infatti, da quest'anno le imprese e i dipendenti che usufruiranno di beni e servizi di welfare potranno godere di nuovi benefici introdotti dalla manovra, che riguardano soprattutto gli abbonamenti per il trasporto pubblico.
 
Il welfare aziendale sbarca anche nel settore telecomunicazioni
Lo scorso mese di novembre le parti sociali hanno raggiunto l'accordo sul nuovo integrativo valido per i lavoratori e le lavoratrici delle imprese che realizzano servizi di telecomunicazione. La grande novità, per ora valida solo per l'anno 2018, riguarda l'introduzione del welfare aziendale per cui è previsto un contributo procapite di 120 euro da parte delle imprese. In questo modo, il CCNL telecomunicazioni va ad aggiungersi agli altri Contratti collettivi che prevedono piani welfare.
 
Genio: il welfare aziendale di Eudaimon
Eudaimon, una delle maggiori società italiane che sostengono le imprese nelle fasi di implementazione di piani di welfare aziendale, ha deciso di introdurre a sua volta un insieme di misure rivolte ai propri dipendenti. Il progetto si chiama "Genio" e ha l'obiettivo di fornire una risposta ai bisogni sociali dei 40 collaboratori dell'impresa andando oltre la logica dei cosiddetti fringe benefit.
 
Fondazione ISPER: tre premi per le tesi di laurea in "Cultura della gestione delle risorse umane"
La Fondazione ISPER anche quest'anno mette a disposizione tre premi di laurea per le migliori tesi in materia di Sviluppo, gestione e cultura delle Risorse Umane. L'iniziativa, realizzata con il sostegno di ABI, ANIA e Parmalat SpA, si rivolge a laureandi e neolaureati con meno di 28 anni, che avranno tempo fino all'11 febbraio 2018 per inviare il proprio elaborato e candidarsi per l'assegnazione del premio.
 
Anche le Onlus investono nel welfare aziendale: il caso dell'Istituto Chiossone
L'Istituto Chiossone è una Onlus genovese che si occupa di realizzare servizi di assistenza e riabilitazione per disabili visivi. L'Istituto è una Fondazione che opera da 150 anni sul territorio genovese e grazie alle novità fiscali introdotte dal legislatore, ha deciso di investire nel welfare aziendale. Andiamo a conoscere la sua esperienza attraverso l’intervista a Sonia Agrebbe, Responsabile HR dell'Istituto.
 
Fater Spa investe nel welfare aziendale
L'azienda italiana Fater Spa, impresa frutto della joint venture fra Procter & Gamble e il Gruppo Angelini che realizza prodotti intimi e assorbenti per la cura della persona e candeggine, ha recentemente sottoscritto un piano di welfare aziendale per i suoi 1.400 dipendenti. Vi raccontiamo di cosa si tratta in questo approfondimento.
 
Una joint venture per il welfare aziendale: Rete #Welfare Alto Adige/Südtirol
Lo scorso maggio vi abbiamo segnalato la costituzione di una rete di imprese altoatesina (Rete #Welfare Alto Adige/Südtirol) nata con lo scopo di fornire a tutti i dipendenti delle aziende coinvolte servizi e prestazioni di welfare aziendale. In questo articolo vogliamo raccontarvi come si è evoluta questa esperienza nei suoi primi mesi, cercando di comprendere quali sono i soggetti coinvolti e qual è stato il loro ruolo.
 
 
Pagina 1 2 3 4 5 6