TERZO SETTORE /
Se le aziende ''adottano'' le buone pratiche del non profit
Allo scopo di valorizzare e diffondere le azioni più interessanti del mondo del Terzo Settore per rispondere all'emergenza, nasce il progetto ''Adotta una Buona Pratica''
25 marzo 2021

Valorizzare e diffondere le buone pratiche realizzate dalle associazioni non profit italiane in questo lungo periodo di profonda emergenza. È questo l’obiettivo del progetto “Adotta una Buona Pratica”, ideato da Social Value Italia in collaborazione con Amapola, Fondazione Kpmg Italia e Corriere Buone Notizie, inserto del Corriere della Sera.

L’adozione si concretizza attraverso un supporto economico, da parte delle aziende profit, per la realizzazione di video in cui le organizzazioni non profit raccontano come hanno reagito, in maniera flessibile e spesso creativa, alle difficoltà del lockdown, del distanziamento, della crisi economica e sociale. Questi video saranno pubblicati sul sito www.adottaunabuonapratica.it e diffusi dai canali social delle società promotrici, delle imprese sostenitrici e delle realtà del Terzo Settore coinvolte.

A oggi sono già state siglate le prime “adozioni”: le esperienze di Dynamo Camp, Diabete Romagna e Cometa sono state adottate rispettivamente da Amapola, SCS Consulting e Fondazione Kpmg.


Per saperne di più

 


Nuove reti di welfare contro il Covid-19: l'esperienza di Cantù

Terzo Settore e pandemia: i dati della Lombardia devono essere un monito per tutto il Paese

Città e comunità sostenibili: il contributo attivo delle cooperative di comunità

Obiettivi di cambiamento e una cultura dell’evidenza per superare il “solipsismo”

Terzo Settore e innovazione: a che punto siamo?

Povertà educativa: 6 milioni di euro per colmare il gap digitale sui territori lombardi più colpiti dalla pandemia