TERZO SETTORE /
Prosperità inclusiva, aspirazioni e azioni per dar forma al futuro
Tornano le Giornate di Bertinoro per l'Economia Civile. La XIX edizione del tradizionale appuntamento promosso da AICCON si svolgerà l'11 e il 12 ottobre
04 ottobre 2019

Come ogni anno tra pochi giorni si svolgeranno "Le Giornate di Bertinoro per l'Economia Civile", tradizionale appuntamento promosso da AICCON nella splendida cornice della rocca che sovrasta il borgo romagnolo. La XIX edizione della manifestazione si svolgerà tra l'11 e il 12 ottobre: due giornate di dibattiti e conversazioni animate da 28 relatori e oltre 250 partecipanti da tutta Italia che, attraverso sessioni plenarie, talk e presentazioni di dati e ricerche, proporranno un serrato confronto tra accademici, personalità del Terzo settore, delle istituzioni, giornalisti e studenti con l'obiettivo di riflettere sui nuovi modi di condividere valore e ridisegnare le istituzioni.

Il titolo di quest'anno? "Prosperità inclusiva". In vista dell'evento Stefano Zamagni, Presidente della Commissione Scientifica di AICCON, riflettendo intorno a questo tema ha sottolineato che "non è accettabile tendere alla prosperità senza chiedersi come la ricchezza venga prodotta viene distribuita. Al pari non è più accettabile la posizione di coloro che predicano l’inclusività senza preoccuparsi di come generare valore e ben-essere nella nostra società". "L'economia civile ed i soggetti che per essa operano" - ha continuato Zamagni - "hanno davanti la sfida di immaginare un futuro che sottragga la nostra società ad una prospettiva puramente neo-consumistica dell’esistenza, favorendo lo sviluppo di relazioni ed economie inclusive".


Il programma, in breve

La due-giorni prenderà il via con la sessione di apertura dal titolo "Prosperità Inclusiva: il ruolo dell’Economia Civile nella trasformazione dell’esistente". Ad aprire i lavori sarà Gianfranco Marzocchi, Presidente AICCON, insieme a Paolo Venturi, Direttore AICCON; nel corso della sessione interverranno Stefano Zamagni, Università di Bologna, Elena Casolari, Cofondatrice e Presidente esecutivo Fondazione OPES-LCEF, Mauro Magatti, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, e Stefano Micelli, Università Ca’ Foscari di Venezia.

Seguirà una anteprima dei dati relativi ad una rilevazione realizzata dall'Istat sulle istituzioni non profit che operano nel nostro Paese. A tale scopo sono previsti tre interventi interamente curati dei ricercatori dell'Istituto Nazionale di Statistica.

Tra le novità dell'edizione di quest'anno, vi sono i due talk pomeridiani che saranno entrambi introdotti e coordinati da Elisabetta Soglio, Caporedattrice del Corriere della Sera Buone Notizie. Il primo - dal titolo "Ri-disegnare le istituzioni" - si aprirà con una presentazione di dati SWG a cura di Enzo Risso, Direttore SWG, su cui si confronteranno Mauro Lusetti, Presidente Alleanza delle Cooperative Italiane e Legacoop, Luca Jahier, Presidente Comitato economico e sociale europeo (CESE) e Chris Richmond, Fondatore di Mygrants. Il secondo talk, dedicato allo stato di avanzamento della Riforma del Terzo settore, sarà un’occasione di analisi e dibattito tra Claudia Fiaschi, Portavoce Forum Nazionale Terzo Settore e Alessandro Lombardi, Direzione Generale del Terzo Settore e della responsabilità sociale delle imprese del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Il dibattito si concluderà sabato 12 ottobre con la Sessione di chiusura "Infrastrutture sociali e nuove piattaforme per l’innovazione" che intende proporre una pluralità eterogenea di riflessioni e proposte orientate a rilanciare l’azione e le strategie di partecipazione nel Terzo settore e nell’economia sociale. La sessione sarà coordinata da Stefano Zamagni, Università di Bologna; interverranno Steni Di Piazza, Sottosegretario Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Leonardo Becchetti, Università di Roma Tor Vergata, Mario Calderini, Politecnico di Milano-Tiresia, Marco De Ponte, Segretario Generale ActionAid, e Sergio Gatti, Direttore Generale Federcasse.

Si segnala inoltre che all’interno del programma delle Giornate di Bertinoro 2019 è previsto anche uno spazio dedicato ai giovani: si tratta del "GdB OFF", che anche quest'anno ospiterà più di 60 studenti del Corso di Laurea in Management dell’Economia Sociale dell’Università di Bologna.

Le tematiche che saranno trattate nel corso delle Giornate di Bertinoro appaiono più che mai cruciali per riflettere sull'impatto che le logiche dell'economia civile può avere nella società attuale. In questo senso Paolo Venturi, direttore AICCON, ha spiegato che quanto emergerà in questa edizione "risulterà tanto più utile se si avrà la capacità di includere chi già sta “praticando il futuro”. Sarebbe infatti riduttivo proporre oggi scenari o paradigmi predefiniti, riteniamo invece sia più utile valorizzare tutte quelle risorse, pratiche e istituzioni che più di altre si stanno già dimostrando capaci di produrre bene comune" ha concluso Venturi. 


Per maggiori informazioni e per conoscere il programma completo delle GdB2019 clicca qui

 


Prosperità inclusiva: Zamagni presenta il tema delle Giornate di Bertinoro per l'Economia Civile 2019

Le Fondazioni di impresa in Italia: è disponibile il Rapporto curato da Secondo Welfare

Imprese sociali in equilibrio: tra mercato e finalità solidaristiche

Verso la Civil Week di Milano: il Terzo Settore si prepara

Investitori istituzionali italiani: maggiore attenzione verso la sostenibilità ambientale e sociale

Quanto vale l’impresa sociale? Alcune riflessioni sul tema del #WIS19