TERZO SETTORE / Mutualismo
Traiettorie verso un welfare territoriale e inclusivo, a Torino un evento per parlare delle opportunità del welfare aziendale territoriale
Il prossimo 19 novembre, presso il Collegio Carlo Alberto di Torino, si svolgerà il primo incontro di un progetto che si propone di promuovere la cultura del welfare e del benessere organizzativo tra le imprese piemontesi
06 novembre 2019

Il welfare aziendale è un fenomeno in crescita nel nostro Paese. Grazie alle innovazioni sociali e organizzative che esso porta con sé sono infatti sempre di più le realtà imprenditoriali che stanno sperimentando questo genere di interventi a favore dei propri dipendenti. Allo stesso tempo, tuttavia, sono in molti ad evidenziare come il welfare aziendale rischi spesso di rimanere appannaggio delle grandi imprese che hanno le competenze e le risorse per investire in questa direzione. Esistono delle strategie per far sì che anche le piccole e medie imprese e i loro collaboratori riescano a godere dei benefici del welfare aziendale? Quali sono le modalità per permettere al welfare di fuoriuscire dai confini dell’azienda e quindi produrre ricadute positive anche per il territorio e la comunità?


Il progetto “Mutualismo, innovazione e coesione sociale. Secondo welfare... Per primi!”

Sono alcune delle domande da cui è nato "Mutualismo, innovazione e coesione sociale. Secondo welfare... Per primi!", progetto che Solidea, Società di Mutuo Soccorso del sociale, sta realizzando grazie insieme a un’ampia rete di partner - tra cui anche Percorsi di secondo welfare - grazie ai finanziamenti stanziati da Regione Piemonte nell'ambito del Programma Operativo Regionale del Fondo Sociale Europeo 2014/2020. Un'iniziativa che si inserisce nella Strategia “WeCaRe - Welfare Cantiere Regionale. Coesione sociale, welfare e sviluppo locale” avviata dal Piemonte, che tra le sue diverse azioni prevede anche la promozione di progetti di welfare aziendale.

L’obiettivo del progetto di Solidea è realizzare azioni di comunicazione, informazione e formazione rivolte alle piccole e medie imprese e alle realtà del Terzo Settore interessate a sviluppare azioni di welfare aziendale, con uno sguardo privilegiato al mutualismo e alla costruzione di network sul territorio. L’intento è quello di coinvolgere PMI e organizzazioni del Terzo Settore che operano sul territorio torinese al fine di promuovere la realizzazione di interventi integrati volti a fornire risposte efficaci all'emerge dei nuovi bisogni e rischi sociali. Per tale ragione, la rete di partner coinvolge attori riconosciuti nel campo della ricerca, dell’informazione e nella analisi e progettazione di welfare aziendale.

In questo senso, oltre al nostro Laboratorio, sono coinvolti nel progetto: Fondo Solideo di mutualità integrativa sanitaria, Fimiv, Legacoop Piemonte, Consorzio Naos, Atelier Vantaggio Donna, Istituto per l’Ambiente e l’Educazione Scholè Futuro, Associazione Social Club, Rete delle Case del Quartiere di Torino, Consigliera di Parità della Città Metropolitana di Torino, professionisti commercialisti e consulenti del lavoro torinesi.


Appuntamento il 19 novembre per la presentazione

Il progetto sarà lanciato ufficialmente il prossimo 19 novembre a Torino, presso il Collegio Carlo Alberto (Piazza Arbarello 8), nel corso dell’evento “Il welfare aziendale che fa la differenza. Traiettorie verso un welfare territoriale e inclusivo”. L’incontro sarà gratuito, previa iscrizione attraverso l’indirizzo: http://www.mutuosoccorsosolidea.org/secondowelfareperprimi/.

Oltre alla presentazione del progetto e delle attività ad esso connesse, la mattinata sarà un’occasione per riflettere sulle opportunità di sviluppo del welfare aziendale nella sua prospettiva territoriale. A livello locale sono infatti numerosi gli stakeholder che possono operare per fare rete e predisporre iniziative condivise, in grado di coinvolgere anche le realtà più piccole e di dar luogo ad un circolo virtuoso con la comunità. Uno sguardo privilegiato sarà destinato al mutualismo e alla costruzione di network sul territorio: il tema trasversale del progetto è infatti la mutualità, lo "spirito" grazie al quale i lavoratori riescono a socializzare rischi privati costruendo una risposta solidaristica e condivisa.

All’evento interverranno Franca Maino, docente dell’Università di Milano e direttrice del Laboratorio Percorsi di secondo welfare, Valerio Ceffa della Presidenza Fimiv, Giancarlo Gonella, presidente di Legacoop Piemonte, Antonio Sansone della Fim Piemonte, Albalisa Sampieri e Angela Gerardi del Laboratorio Atelier Vantaggio Donna e il meteorologo Luca Mercalli.



Per iscriversi all'evento

 


Mutualismo, innovazione e coesione sociale: il welfare aziendale che fa la differenza

Verso un patto per il welfare aziendale territoriale nel pinerolese

CNA Piemonte sostiene le micro imprese che vogliono investire nel welfare

Dal welfare aziendale al welfare territoriale: quale ruolo giocano le reti? Se ne parla nel nuovo libro scritto dai nostri ricercatori

L'insostenibile leggerezza del welfare aziendale

A Modena nasce una rete per promuovere un welfare aziendale sempre più inclusivo e aperto