TERZO SETTORE / Fondazioni
Povertà educativa: 6 milioni di euro per colmare il gap digitale sui territori lombardi più colpiti dalla pandemia
Fondazione Cariplo e Con i Bambini sosterranno tre progetti pilota realizzati dalle Fondazioni di comunità di Bergamo, Brescia e Lodi insieme a oltre 100 partner pubblici e privati. L'obiettivo è intercettare 32.000 minori fragili.
16 marzo 2021

L’improvvisa chiusura delle scuole di ogni ordine e grado nella primavera dello scorso anno ha obbligato studenti e insegnanti a passare dalla didattica in presenza alla didattica a distanza (DaD), mettendo in luce il basso livello di digitalizzazione del sistema scolastico italiano. A farne le spese sono stati soprattutto gli studenti con meno opportunità, ossia privi di connessione, dispositivi e conoscenze adeguate per seguire le lezioni da remoto in modo continuativo e in condizioni adeguate. 

Questa situazione di difficoltà si è protratta fino ad oggi con intensità variabile. Se durante i primi mesi di lezione dell'attuale anno scolastico molte classi si sono ritrovate in DaD a causa delle quarantene laddove si presentavano i singoli casi di Covid, da qualche giorno il preoccupante aumento dei contagi costretto tutte le scuole di molte regioni a tornare a una didattica interamente a distanza. E così la mancata presenza in classe continua a significare per molti alunni un accesso faticoso all’istruzione, compromettendo in alcuni casi il diritto allo studio e, più in generale, facendo aumentare le diseguaglianze nei percorsi di apprendimento. Alla minore qualità della preparazione di base, si somma infatti la mancata possibilità di attingere alle opportunità offerte da un corretto utilizzo del digitale.

Nell’ultimo anno in molti territori della Lombardia è emersa con chiarezza la necessità di attivarsi per colmare queste lacune, affiancando alle risposte di natura emergenziale - come la dotazione di device alle scuole e alle famiglie più in difficoltà - progettualità di più ampio respiro finalizzate a contrastare la povertà digitale e a responsabilizzare le comunità rispetto alla centralità del tema educativo. Per questo motivo Fondazione Cariplo e l’impresa sociale Con i Bambini hanno deciso di sostenere congiuntamente tre progetti di sistema volti a contrastare la povertà educativa e digitale, che saranno realizzati dalle Fondazioni di Comunità di Brescia, Bergamo e Lodi con la collaborazione di oltre 100 partner pubblici e privati dei territori. Secondo i promotori, grazie a uno stranziamento 6 milioni di euro, i progetti andranno a intercettare complessivamente 32.000 minori in condizione di fragilità coinvolgendo 1.000 tra docenti ed educatori. Il piano prevede, tra le altre cose, la distribuzione di 2.000 device e l'attiviazione/valorizzazione di 70 spazi nei tre territori interessati.

Giovanni Fosti, Presidente di Fondazione Cariplo, ha sottolineato che "nessuno dovrebbe essere escluso dalla relazione educativa e dal rapporto con la scuola, specialmente chi ha meno opportunità: sarebbe un'ingiusta condanna a una povertà di futuro. Per questo abbiamo proposto con grande convinzione l’avvio di questi tre progetti pilota di contrasto alla povertà educativa e digitale". Il Presidente di Con i Bambini Carlo Borgomeo ha invece affermato: "il fenomeno della povertà educativa, come ci dimostrano le domande che giungono da ogni parte del Paese e come confermano anche i dati, non conosce confini geografici e, nonostante sia più marcato al Sud, interessa molte aree del Nord Italia. A questo problema e al grande divario educativo, che cresce con l’emergenza Covid, bisogna dare una risposta corale e di sistema, proponendo patti di comunità, alleanze educative nei territori tra mondo della scuola, privato sociale, terzo settore, famiglie, soprattutto in questa fase".


Vuoi saperne di più?

 


L'impatto del Covid sulla povertà educativa in Lombardia: i dati del rapporto Openpolis

Abbandono scolastico e povertà educativa, i costi della DAD secondo l'indagine di Save the Children

Povertà e Covid-19: un focus su bambini e ragazzi

Povertà educativa, mobilità sociale, intergenerazionale e servizi per l'infanzia: quando il "luogo conta"

In Provincia di Trento arrivano i “pacchi educativi” contro le conseguenze del Covid-19

Responsabilità sociale: l'impegno delle imprese per le periferie di Milano