TERZO SETTORE / Fondazioni
Oggi si celebra la Giornata europea delle Fondazioni
Giunta alla sua ottava edizione, l'iniziativa promossa in Italia da Acri e Assifero intende celebrare il ruolo delle organizzazioni filantropiche a sostegno del Terzo Settore e della società civile
01 ottobre 2020

Il 1° ottobre, come ogni anno dal 2013, in tutto il Vecchio Continente si celebra la Giornata europea delle Fondazioni. Un'occasione per promuovere l'impegno delle oltre 147.000 fondazioni e realtà filantropiche che in Europa sostengono, con erogazioni che valgono oltre 60 miliardi di euro annui, organizzazioni del Terzo Settore, progetti per lo sviluppo sostenibile e iniziative volte a proteggere i diritti fondamentali. Coordinata a livello continentale da DAFNE (Donors and Foundations Networks in Europe), in italia la Giornata è promossa congiuntamente da Acri, l'associazione che riunisce le Fondazioni di origine bancaria, e Assifero, l’associazione delle fondazioni di famiglia, di impresa e di comunità ed altri enti di filantropici.

In occasione della Giornata sono numerose le iniziative, nazionali e internazionali, volte a mettere in luce l'importanza della filantropia istituzionale.

Assifero e Acri, ad esempio, hanno promosso "Focus Philanthropy-Che cosa è la filantropia in Italia?", edizione italiana del contest fotografico nato da un’idea del Russian Donors Forum e portato avanti a livello europeo da DAFNE. Delle 36 foto ricevute, grazie al voto del pubblico e di una giuria di esperti, 9 hanno avuto accesso alla fase europea dell’iniziativa. I vincitori saranno annunciati durante l’evento "Single Market for Public Good – How can we unleash private resources for European solidarity?" organizzato da Philanthropy Advocacy. Si tratta di un’iniziativa congiunta di DAFNE e EFC, che si terrà online il 1° ottobre alle 16.30, volto a esplorare come le istituzioni e gli Stati membri dell’Unione Europea possano liberare il potenziale della filantropia, rendendola sempre di più un partner fondamentale di un’Europa socialmente, economicamente e dal punto di vista ambientale resiliente. Ma anche approfondire nuove modalità di collaborazione strategica per rafforzare la solidarietà europea transnazionale sono gli obiettivi di questo incontro, a cui prenderanno parte leader e esperti del settore filantropico e alti rappresentanti delle istituzioni europee.

In 50 città del nostro Paese si celebrerà inoltre "RisuonaItalia. Tante piazze, una sola comunità”, concerto simultaneo di orchestre giovanili, promosso da Acri e realizzato in partnership con TGR Rai, che si apre alle ore 11 con l’”Inno alla gioia”, l’inno ufficiale dell’Unione Europea. L’iniziativa vuole essere un’esortazione a ripartire tutti insieme all’insegna della solidarietà e lo spirito di comunità.

“In questo momento così difficile” afferma Giorgio Righetti, Direttore Generale di Acri “lo spirito dell’Europa, fondato su valori come la solidarietà, la coesione, la pace e la sostenibilità, rappresenta un faro che ci guida verso un porto sicuro. Le fondazioni e l’intera società civile possono e devono giocare un ruolo fondamentale nell’abbracciare e sostenere questo spirito europeo e contribuire a migliorare le condizioni delle nostre comunità, prestando particolare attenzione alle persone più vulnerabili. In questo senso, le fondazioni italiane di origine bancaria stanno facendo la loro parte, come sempre, anche in questo difficile periodo per far fronte alle complesse sfide del nostro tempo.”

Carola Carazzone, Segretario Generale di Assifero, spiega invece come la sua organizzazione “conferma il proprio impegno e la propria attiva partecipazione alle reti europee, infrastrutture fondamentali in grado di connettere diverse esperienze, favorire la circolarità delle informazioni e rendere il sistema filantropico sempre più informato, connesso ed efficace. Quest’anno, la pandemia Covid-19 ha colpito duramente i diversi Stati del mondo e ha inasprito le diseguaglianze tra Paesi e all’interno dello stesso Paese. In questo contesto, le fondazioni ed enti filantropici in Italia e in Europa si sono dimostrati attori fondamentali oltre che per l’autonomia e la qualità delle risorse che hanno messo in campo anche per la rapidità e flessibilità con cui, nel momento di massima emergenza, hanno saputo disporre di quest’ultime. Un importantissimo riconoscimento di questo impegno è stato per noi l’incontro di ieri con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella".

La Giornata europea delle Fondazioni vede, infatti, anche un coinvolgimento diretto delle più alte istituzioni del nostro Paese: il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ha voluto ricevere le delegazioni di Assifero ed Acri per esprimere il proprio sostegno all'iniziativa.

 


Fondazioni di origine bancaria: il nesso tra innovazione e cambiamento

Evoluzioni e rivoluzioni nei modelli filantropici globali

Come inquadrare l'impatto sociale nella missione delle Fondazioni di origine bancaria

Quale ruolo per le Fondazioni di impresa italiane nell’era del Covid-19

Nuove mappe per affrontare le sfide del Covid-19: la filantropia globale a confronto

Le fondazioni filantropiche? Adesso sostengano organizzazioni, non progetti

Superiamo i bandi tradizionali: una nuova strada per la filantropia post Coronavirus

Innovazione e Capacity Building: due sfide per le fondazioni e il Terzo Settore

L'uguaglianza è davvero possibile? La domanda del nuovo numero di "Fondazioni"