TERZO SETTORE / Fondazioni
Futuro plurale: le linee programmatiche di Compagnia di San Paolo per il 2019
Complessivamente saranno stanziati 158 milioni di euro per attività di ricerca, cultura, arte, politiche sociali e filantropia territoriale
13 febbraio 2019

La Compagnia di San Paolo è una Fondazione di origine bancaria che opera principalmente in Piemonte e Liguria e si propone di favorire lo sviluppo civile, culturale ed economico delle comunità di questi territori. Come ogni anno, Compagnia di San Paolo ha presentato le sue linee programmatiche annuali nel corso di un evento a fine gennaio presso il Teatro Regio di Torino. Vi raccontiamo i principali ambiti di intervento previsti per il 2019, per cui saranno complessivamente stanziati quasi 158 milioni di euro, di cui 151 per le attività istituzionali dirette e quasi 7 destinati al sostegno del volontariato e delle iniziative comuni con le altre Fondazioni di origine bancaria.


Le linee tematiche di intervento

All’area “Ricerca e sanità” saranno destinati 42,2 milioni di euro. L’impegno della Compagnia si concentrerà in particolare sul sostegno alle Aziende Sanitarie Locali, sul contributo alla nascita del Parco della Salute di Torino (nuovo polo cittadino di ricerca e cura), sulla ricerca in campo universitario e negli enti di ricerca partecipati dalla Fondazione stessa. La linea “Arte, attività e beni culturali” potrà contare su un investimento di 30 milioni di euro, mentre gli interventi nel campo della “Innovazione culturale” saranno finanziati con 7,8 milioni di euro.

L’area delle “Politiche sociali” beneficerà del più significativo contributo, 52 milioni di euro, mentre la linea legata a “Filantropia e territorio” potrà contare su 10,8 milioni di euro. In questi campi la Compagnia si propone di intervenire sulla base di una lettura multidimensionale delle fragilità e favorendo l’integrazione tra le risposte. Le linee programmatiche in questi campi prevedono diversi filoni d’attività: welfare di cura, vita indipendente, diritto alla salute (ad esempio attraverso l’implementazione del bando InterCCCi); percorsi di inclusione attiva (ad esempio con la prosecuzione del bando Articolo +1); reti di prossimità per il contrasto alle povertà (ad esempio con il bando Fatto per bene); benessere ed educazione dei bambini e degli adolescenti e contrasto alla povertà educativa (con l’evoluzione del progetto Torino Fa Scuola e con lo storico programma Provaci ancora, Sam!); empowerment e partecipazione attiva dei giovani; migrazione, cooperazione internazionale ed educazione alla cittadinanza globlale (ad esempio con l’iniziativa Never Alone). Da sottolineare anche il sostegno alla filantropia del territorio, all’economia circolare e all’innovazione sociale, in particolare attraverso la rete Torino Social Impact (che abbiamo affrontato, in parte, in questo articolo).


L’attenzione alla multidimensionalità e alla valutazione

Oltre alle linee tematiche di intervento, negli anni Compagnia di San Paolo ha sviluppato tre programmi intersettoriali che - a causa della complessità dei temi a cui si riferiscono - agiscono in maniera spiccatamente trasversale. Si tratta del Programma Housing, che raccoglie un insieme di progettualità culturali e operative nel campo dell’abitare, del Programma Zerosei, che si propone di investire risorse ed energie nel sostegno della prima infanzia (0-6 anni), e del Programma International Affairs, che promuove il coinvolgimento della Compagnia in progetti di livello internazionale. Nel 2019 ai tre Programmi saranno destinati complessivamente 8,2 milioni di euro.

La Compagnia ha inoltre confermato la propria attenzione alla valutazione degli interventi: nel 2019 sarà introdotta una nuova prassi procedurale che vedrà un più diretto coinvolgimento della Direzione Pianificazione, Studi e Valutazione della Fondazione. La Direzione si confronterà con le aree tematiche di intervento, in fase di progettazione, offrendo una revisione della letteratura e delle buone pratiche in atto nel campo di intervento. Dopo l’approvazione delle linee d’intervento la Direzione si occuperà quindi di predisporre, eventualmente in collaborazione con soggetti esterni, dei piani di monitoraggio e valutazione delle azioni previste.

 


Benvenuti a casa vostra: nel torinese parte un nuovo progetto di social housing

Ufficio Pio lancia una una campagna per aiutare a comprendere cosa significa essere vulnerabili

IntreCCCi: ecco la nuova edizione del bando di Compagnia di San Paolo a sostegno della domiciliarità