TERZO SETTORE / Fondazioni
Fondazione Cariplo: la lotta al Coronavirus più forte grazie alle Fondazioni di comunità. Già raccolti 12 milioni di euro
Il Fondo a sostegno del Terzo Settore, costituito nei giorni scorsi da Cariplo, ha determinato un effetto leva che ha attivato nuove reti a livello locale e permesso di raccogliere risorse consistenti per l'emergenza
15 marzo 2020

Nei giorni scorsi Fondazione Cariplo ha lanciato un fondo da 2 milioni di euro per mitigare gli effetti indesiderati delle misure di contenimento del Coronavirus Covid-19 per gli enti non profit. Le azioni in tal senso vanno ora moltiplicandosi grazie alle 16 Fondazioni di Comunità sviluppate da Cariplo in Lombardia e nelle province piemontesi di Novara e del Verbano Cusio Ossola. Insieme alle istituzioni, alle aziende e ai singoli donatori - anche personaggi famosi che non hanno voluto far mancare il loro apporto - che stanno contribuendo in tanti modi per contrastare l’emergenza, in poche ore le Fondazioni di comunità sono riuscite ad attivare nuove reti utili alla raccolta di importanti risorse a livello locale.


Effetto volano del Fondo: già raccolti 12 milioni di euro

Il fondo lanciato da Fondazione Cariplo a sostegno del mondo non profit è stato pensato come un volano su cui far convergere altre risorse dei territori. In tal senso, in questa fase di emergenza, Fondazione Cariplo ha scelto di destinare una tranche delle risorse del fondo (circa 900 mila euro) alle Fondazioni comunitarie, incentivando l’attivazione e/o aumentando la dotazione di fondi locali che si stanno via via attivando a supporto di iniziative in ambito sanitario e socio-assistenziale. La scelta non è ovviamente casuale. Le Fondazioni di comunità per la loro vicinanza con il territorio sono infatti in grado di intercettare bisogni specifici e indicare le migliori soluzioni per il proprio territorio, promuovendo al contempo la cultura del dono, la partecipazione e la solidarietà indirizzandole come in questo caso verso obiettivi concreti, collaborando con le istituzioni e il terzo settore.

La "base" messa a disposizione da Cariplo in pochi giorni ha permesso alle Fondazioni di comunità di raccogliere complessivamente quasi 12 milioni di euro. In tal senso fa impressione il dato di Brescia, una delle province più colpite dall'epidemia, dove in appena 5 giorni la Fondazione della Comunità Bresciana ha raccolto quasi 9 milioni (per la precisione 8.753.415 ero raccolti attraverso 34.592 donazioni, dato aggiornato alle 18.30 di venerdì 13 marzo 2020). Le prime risorse raccolte - circa 1 milione e 500mila euro - sono state utilizzate per l’acquisto di presidi sanitari e macchinari (80 ventilatori; 35 letti terapia intensiva; 20.000 mascherine) e destinati agli ospedali bresciani pubblici, enti non profit e organizzazioni bresciane del 118 secondo criteri d’urgenza. 

La Fondazione comunitaria del Lecchese, in collaborazione con le testate giornalistiche locali, il 10 marzo ha promosso un fondo da 100.000 euro a sostegno dell’Azienda Socio-Sanitaria Territoriale di Lecco per potenziare l’operatività dei reparti ospedalieri impegnati nel contrasto all’epidemia da coronavirus; nel momento in cui scriviamo il fondo superato quota 1 milione e 200 mila euro. Nel capoluogo lombardo è stata invece avviata #MilanoAiuta, un'ampia raccolta fondi coorindata dalla Fondazione di Comunità Milano, che al momento ha permesso di raccogliere oltre 400 mila euro per sostenere e potenziare servizi di prossimità, assistenza ed intervento domiciliare a favore di persone dimesse dagli ospedali, di anziani e famiglie fragili, la cui condizione è aggravata dall’emergenza sanitaria ed hanno bisogno aiuto e vicinanza.

Sul sito di Fondazione Cariplo è disponibile l'elenco di tutte le iniziative e i fondi territoriali costituiti dalle Fondazioni di comunità legate a Cariplo, a cui ovviamente invitiamo caldamente a contribuire. 


Lo sguardo sul "dopo"

Al di là di questa fase emergenziale, Fondazione Cariplo ha chiaro che dopo questa primo si dovrà avviare una seconda fase per aiutare i territori a riattivare i servizi alle famiglie e supportare gli enti culturali e del Terzo settore. Ma questo sarà possibile solo quando saranno più chiari i criteri e la dimensione degli aiuti pubblici. A seguire è già stata immaginata anche una terza fase, in cui sarà necessario rilanciare iniziative culturali e di animazione comunitaria per velocizzare il ritorno alla “normalità”.

Giovanni Fosti, Presidente di Fondazione Cariplo, ha sottolineato il senso di queste scelte spiegando che "al fianco delle imprese in difficoltà in questo periodo, ci sono anche moltissime realtà non profit e organizzazioni di volontariato che stanno vivendo gravi disagi. Quello che ci sembra assolutamente urgente è aggregare risorse e promuovere attenzione nei confronti di quelle organizzazioni, associazioni ed enti che forniscono servizi alle famiglie o contribuiscono in modo fondamentale nella gestione dei luoghi di cultura, come teatri o musei. Il fondo approvato dal nostro Cda è una prima iniziativa aperta alla partecipazione di altri soggetti: si tratta di un punto di partenza su cui far convergere anche le risorse di chi vorrà unirsi a noi, collaborando con le istituzioni e le Fondazioni di comunità”.


Riferimenti

Le inizitive delle Fondazioni di comunità legate a Cariplo

 


Fondazioni di Comunità - L'esperienza di Fondazione Cariplo

L’avanzata delle Fondazioni di Comunità

Le Fondazioni di comunità italiane si ritrovano Salerno per la terza Conferenza annuale

Ricucire le fratture delle comunità: riparte da qui la strategia di Fondazione Cariplo

La Fondazione di Comunità Milano continua il suo cammino, a passi spediti

In Valsesia è nata la quarantesima Fondazione di comunità italiana