TERZO SETTORE / Fondazioni
Fondazione Cariparo: nel 2020 erogazioni per 48 milioni e più attenzione a innovazione sociale e valutazione
Oltre a sostenere i progetti che rispondono ai problemi delle provincie di Padova e Rovigo, la Fondazione mira a ritagliarsi un ruolo maggiormente proattivo nel territorio
07 novembre 2019

Con l'approvazione del Documento Programmatico Annuale la Fondazione Cariparo ha individuato gli ambiti in cui svilupperà le proprie attività filantropiche nel corso del 2020, in linea con quanto previsto dalla strategia pluriennale (ve ne avevamo parlato qui) approvata lo scorso anno. Il documento conferma la visione di comunità aperta, solidale e incline all’innovazione che la Fondazione intende sviluppare sui territori di Padova e Rovigo, verso i quali il prossimo anno saranno stanziati 48 milioni di euro.


Il 52,2% delle risorse al secondo welfare

Gilberto Muraro, Presidente di Fondazione Cariparo, ha spiegato che 45 milioni di euro saranno destinati al territorio e suddivisi così come riportato nella tabella sottostante. I restanti 3 milioni di euro verranno invece destinati al Fondo Nazionale per il Volontariato (devoluti poi ai CSV territoriali) e al Fondo nazionale Acri, l'associazione che riunisce le Fondazioni di origine bancaria. Lo stanziamento complessivo di 48 milioni è parte dei 135 milioni previsti attraverso il piano triennale 2019-2021.
 

 

A nostro avviso un dato particolarmente interessante è che più della metà delle risorse (52,2%) sarà destinato a ambiti strettamente correlati ad attività di secondo welfare (Salute e corretti stile di vita; Formazione del capitale umano; Incusione Sociale; Housing Sociale).  

Anche nel 2020 saranno seguite quattro principali modalità di intervento: progetti ideati e realizzati dalla Fondazione; bandi; richieste di contributo inviate spontaneamente alla Fondazione; progetti di network, realizzati in collaborazione con altre Fondazioni. Sullo sfondo l'obiettivo di disseminare buone pratiche e collaborare con le altre Fondazioni di origine bancaria - in particolare quelle del Triveneto - e sostenere azioni che favoriscono la nascita di reti tra diversi soggetti del territorio.


Più attenzione a innovazione sociale e alle pratiche di valutazione

Accanto al tradizionale ruolo di sostegno a progetti che rispondono ai problemi della collettività, Cariparo ha indicato un nuovo ruolo che intende ritagliarsi nel 2020: quello di soggetto capace di generare innovazione sociale e di valutarne gli effetti. La Fondazione dunque garantirà risorse necessarie a risolvere i problemi, ma si impegnerà anche a creare e diffondere maggiore conoscenza sui metodi da applicare per risolverli in maniera valida e innovativa.

In base alle analisi effettuate su alcuni bisogni emergenti, nel 2020 la Fondazione darà vita a tre progetti di innovazione sociale, che puntano a sviluppare conoscenza su come affrontare specifici problemi e i cui esiti saranno poi messi a disposizione del territorio: un primo progetto sarà dedicato al contrasto al disagio lavorativo e sociale; un secondo all’educazione di bambini e ragazzi a una corretta alimentazione, un terzo alla creazione di reti di assistenza sociale a domicilio.

L'obiettivo, ha spiegato Muraro, è "incoraggiare l’integrazione sociale, generazionale, educativa e culturale e stimolare quei progetti che adottano una visione integrata e non convenzionale".


Scarica il Documento Programmatico Annuale 2020 di Fondazione Cariparo

 


Fondazione Cariparo delinea una nuova strategia votata all'innovazione sociale

Le azioni di contrasto alla povertà della Fondazione Cariparo

Fondazione Cariparo: in tre anni distribuiti 157 milioni di euro. E per il 2019 previste erogazioni per 45 milioni