TERZO SETTORE / Fondazioni
A Cuneo nasce la Città dei Talenti
Il progetto è promosso dalla Fondazione CRC e dall'impresa sociale Con i Bambini, attraverso il Fondo per il contrasto alla povertà minorile, e mira a sostenere i ragazzi tra i 7 e i 13 anni
11 ottobre 2019

Lo scorso giovedì 3 ottobre è stata presentata a Cuneo la Città dei Talenti. Si tratta di un progetto promosso dalla Fondazione CRC (Cassa di Risparmio di Cuneo) e cofinanziato dall'impresa sociale Con i bambini attraverso il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

L’iniziativa - frutto di un percorso di coprogettazione realizzato tra il 2018 e il 2019 che ha coinvolto cooperative locali, agenzie formative, associazioni di categoria, la Regione Piemonte, l'Ufficio Scolastico Territoriale e la Fondazione Zancan - ha previsto la realizzazione di uno spazio pensato e strutturato a misura di bambini e ragazzi nella fascia d'età 7-13 anni: l'obiettivo è offrire loro opportunità e risorse per sviluppare maggiore consapevolezza di sé e fornire le informazioni necessarie per affrontare il mondo che li circonda e le scelte future.

La Città dei Talenti sarà inaugurata nella primavera 2020 e occuperà il secondo e il terzo piano dell’ex sede UBI Banca di Rondò Garibaldi, acquistata e riqualificata dalla Fondazione CRC nel corso del 2019. All'interno di questa sede saranno ospitate attività di vario genere, come incontri formativi, appuntamenti seminariali e attività laboratoriali; inoltre saranno attivati percorsi di orientamento rivolti a bambini e ragazzi (ma anche ai loro genitori e agli insegnanti) e un corso di alta formazione sulle tecniche di orientamento rivolto ad operatori, orientatori ed insegnanti.

Il progetto è il risultato di MoviMenti Orientamento, programma promosso dalla Fondazione CRC per il quadriennio 2015-2019 che ha coinvolto sul territorio provinciale cuneese circa 40.000 soggetti tra ragazzi, insegnanti, genitori ed imprese. Come ha sottolineato Fondazione CRC, Giandomenico Genta, "la Città dei Talenti dà continuità al grande investimento realizzato negli ultimi anni dalla Fondazione CRC nel campo dell’orientamento e della lotta alla dispersione scolastica. Il progetto", ha continuato Genta, "vuole mettere bambini e ragazzi nelle condizioni di poter fare, da adulti, scelte professionali consapevoli. Significativo è anche il luogo scelto come sede, l’edificio di Rondò Garibaldi a Cuneo acquistato dalla Fondazione nello scorso giugno, sul quale è in corso un progetto di ristrutturazione dedicato a far emergere i talenti delle giovani generazioni di professionisti".


Per consultare il comunicato stampa di Fondazione CRC

 


Come affrontare la ''sindrome delle culle vuote''

Il duplice ruolo delle biblioteche e l'offerta nelle aree interne

Intesa Sanpaolo: parte il progetto per favorire l'inserimento nel mondo del lavoro di 5.000 giovani

Povertà educativa e minorile, ''Con i Bambini'' per lo sviluppo del Paese

WeBecome, la piattaforma di Intesa Sanpaolo per contrastare il disagio sociale dei bambini

Fondazione CRC approva il bilancio e annuncia 22,9 milioni di euro per erogazioni e attività progettuali