TERZO SETTORE /
Dove va MIND? Nasce il Comitato Scientifico che stabilirà le strategie di innovazione sociale dell'area di Expo 2015
Entro primavera, insieme ai partner della Social Innovation Academy di Fondazione Triulza e gli stakeholder di Milano Innovation District, ricercatori e esperti stileranno il documento di indirizzo
20 febbraio 2019

MINDMilano Innovation District è il grande progetto di riqualificazione dell'area in cui si è svolto Expo 2015. MIND intende utilizzare gli spazi che hanno ospitato l'Esposizione Universale per "fondare un ecosistema sostenibile in grado di far emergere una nuova comunità e di rappresentare un modello esemplare per le rigenerazioni urbane future del mondo". In questo senso MIND punta a divenire un nuovo quartiere della città che guarda al futuro con una visione che coniuga l’aspetto scientifico, accademico e di cura dell’ambiente, e al contempo mira ad andare "oltre" la città stessa diventando un'area strategica per l’intero Paese.

In questo contesto Fondazione Triulza, la rete delle principali organizzazioni italiane del Terzo Settore e dell’Economica Civile nata in occasione di Expo, sta svolgendo un ruolo di primo piano. Cascina Triulza - Padiglione della società civile durante Expo, unica struttura rimasta operativa dopo la fine dell'Esposizione e sede della Fondazione - oggi è infatti diventata un Lab Hub per l’Innovazione Sociale e ospita la Social Innovation Academy: un un vero e proprio laboratorio condiviso pensato per sviluppare strategie e pratiche di innovazione sociale con una proiezione internazionale ed un approccio multisettoriale in ambito economico, tecnologico e sociale. L’Academy, che svolge attività di divulgazione, formazione e progettazione, si propone come luogo di contaminazione tra mondi diversi per ideare pratiche di sviluppo condivise - sulla base degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite - da realizzarsi nella "palestra" di MIND, dove ideare e testare modelli di sviluppo sostenibile replicabili a livello nazionale e internazionale.

In questi giorni Fondazione Triulza ha annunciato la nascita di un Comitato Scientifico di ricercatori e di esperti in innovazione sociale per lavorare insieme alle realtà del Terzo Settore e agli attori del sito MIND. L’obiettivo? Orientare le strategie della Social Innovation Academy mettendo al centro dei processi di sviluppo territoriale gli aspetti legati all’innovazione sociale e all’impatto sociale degli investimenti economici. 

Il Comitato è presieduto dal Professor Mario Calderini del Politecnico di Milano ed è composto da alcuni dei massimi esponenti del mondo della Ricerca e dell’Università in ambito di innovazione e di impatto sociale: Giorgio Fiorentini dell’Università Bocconi di Milano, Francesco Gaglianese della Scuola di Riuso Associazione Aniti, Federico Mento di Human Foundation, Ivana Pais dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Francesco Quatraro dell’Università di Torino, Giuseppe Scellato del Politecnico di Torino, Maurizio Sobrero dell’Università di Bologna e Flaviano Zandonai, esperto di Terzo Settore e impresa sociale. Insieme lavoreranno alla realizzazione di un documento di indirizzo, da presentare in primavera, in stretta collaborazione con i Partner della Social Innovation Academy (Fondazione Triulza, Fondazione Enaip Lombardia, UBI Banca, Stripes Cooperativa Sociale Onlus, Irecoop e Cesvip Lombardia) e gli stakeholder di MIND (Arexpo, Lendlease, Human Technopole, IRSCC Galeazzi e Università degli Studi di Milano).


Clicca qui per approfondire

 


Il piano di Torino per diventare la capitale italiana degli investimenti a impatto sociale

Il compito di Ulisse: l'Impact Investing contro le pulsioni predatorie della finanza neo-liberista

La via italiana per l'innovazione sociale: l'esperienza di Programma 2121

Beyond Imagination: a socially innovative Europe

Area Expo ospiterà un centro internazionale di ricerca sulla robotica innovativa e le tecnologie digitali

Expo Milano 2015 chiama. Terzo settore risponde