TERZO SETTORE /
Coronavirus, il Forum del Terzo Settore lancia l'allarme per il mondo del non profit e del volontariato
Lo scorso 12 marzo alcuni esponenti del mondo Terzo Settore hanno incontrato la Ministra del Lavoro Nunzia Catalfo che ha offerto rassicurazioni
12 marzo 2020

In un recente comunicato stampa, la portavoce del Forum del Terzo Settore Claudia Fiaschi lancia l'allarme in merito alle condizioni del mondo del non profit e del volontariato, fortemente sotto pressione a causa dall'emergenza legata al diffondersi del Coronavirus SARS-CoV-2.

Secondo Fiaschi "tutto il sistema del welfare nazionale si basa su due pilastri, da una parte il pubblico, dall'altra l’energia sussidiaria del Terzo Settore". Proprio per questo è "indispensabile e urgente mettere in sicurezza e continuità l’opera di milioni di volontari, operatori e organizzazioni del Terzo Settore Italiano". A tale scopo "le misure di sostegno al reddito e gli ammortizzatori sociali", dice Fiaschi, "devono essere estesi anche ai nostri lavoratori a partire da una cassa integrazione flessibile. Devono essere estesi al Terzo Settore anche altri provvedimenti: gli interventi di sostegno alle attività, la sospensione di scadenze fiscali contributive e per i mutui".

La stessa Claudia Fiaschi ha inoltre rilasciato un'intervista a Elisabetta Soglio, caporedattrice di Corriere Buone Notizie; in questa intervista (poi ripresa anche dal portale Vita non profit) Fiaschi ribadisce la necessità di un intervento da parte del Governo per far fronte a questa crisi improvvisa che può avere forti ripercussioni per tutto il sistema. Solo nelle ex zone rosse, infatti, si stima che circa 95mila enti e oltre 300mila lavoratori e un milione di volontari (quasi il 40% di tutto il Terzo Settore italiano) sia già fermo da alcuni giorni.

Ripercussioni che, come messo in luce da Maurizio Ferrera, rischiano di produrre effetti negativi soprattutto per le donne e la loro condizione occupazionale, anche nel mondo della cooperazione: "Ci saranno perdite di posti di lavoro femminili in tutte le cooperative che gravitano intorno alla pubblica amministrazione per offrire servizi sussidiari in appalto", afferma Ferrera in un recente articolo pubblicato su Il Fatto Quotidiano.

A seguito dell'appello di Claudia Fiaschi, lo scorso 12 marzo alcuni esponenti del mondo Terzo Settore hanno incontrato la Ministra del Lavoro Nunzia Catalfo proprio per fare il punto sugli effetti dell’emergenza Coronavirus. Come si legge da questo comunicato stampa, la Ministra ha rassicurato circa l’estensione delle misure di sostegno al reddito dei lavoratori, come la Cassa integrazione in deroga, indipendentemente dalla forma giuridica dei soggetti, siano essi imprese o associazioni.


Per leggere il comunicato stampa del Forum del Terzo Settore

 


Accordo tra cooperative e sindacati per fronteggiare l'emergenza Coronavirus

Chiusura delle scuole: servono interventi per evitare l'aumento delle diseguaglianze tra i bambini

Da Fondazione Cariplo un fondo da 2 milioni di euro per fronteggiare l'emergenza Coronavirus

Coronavirus: esteso a tutta Italia lo smart working senza accordo, fino alla fine dell'emergenza

Coronavirus: il Dipartimento per la trasformazione digitale lancia ''Solidarietà digitale''

Scuole chiuse per Coronavirus? A Milano il cibo delle mense non va sprecato