La misurazione dell'impatto sociale? Ha senso solo se profit, pubblico e privato sociale fanno sistema
Secondo Raffaella Pannuti, presidente di Fondazione Ant, "gli Enti del Terzo Settore hanno dimostrato nel tempo di voler maturare, sviluppando sistemi di controllo e di crescita per riuscire ad avere un maggior peso nella società. Per questo, "non possono limitarsi ad aspettare finanziamenti a fondo perduto, ma piuttosto devono creare anche progettualità virtuose e generative di risorse, e, dico anche, di opportunità" | Raffaella Pannuti, Vita, 27 novembre 2018
 
Una ricerca di Confcooperative Emilia Romagna dice che il 90% delle cooperative della regione ha realizzato interventi contro la violenza sulle donne
Le cooperative emiliano-romagnole possono svolgere un ruolo da protagonista nei servizi di prevenzione e contrasto alla violenza sulle donne. Oltre il 90%, infatti, ha già messo in atto queste attività, un terzo ha strutturato servizi interni per fronteggiare il problema, mentre l'80% svolge periodicamente analisi del clima organizzativo per facilitare la raccolta di segnalazioni. Sono questi i risultati di una ricerca promossa da Confcooperative Emilia Romagna.
 
Quando la cooperazione incontra il welfare aziendale: l'esperienza di CGM
Nel corso dell'ultimo biennio il Gruppo Cooperativo Gino Mattarelli si è affacciato sul mercato del welfare aziendale, rafforzando progressivamente il proprio ruolo in tale ambito. Franca Maino e Federico Razetti hanno parlato di questa scelta con Martina Tombari, Responsabile della divisione sviluppo di CGM, ripercorrendo le ragioni che hanno portato il Gruppo ad occuparsi di questo tema mettendo in campo le competenze e i valori del mondo cooperativo.
 
A Palermo si sono confrontate 80 Fondazioni di impresa europee
Si è svolto a Palermo l'incontro europeo "European Corporate Foundations Knowledge Exchange", la due giorni europea dedicata alle fondazioni di impresa promossa da DAFNE, Donors and Foundations Networks in Europe, la rete europea a cui appartengono tutte le associazioni nazionali delle fondazioni di tutto il continente e Assifero, l'associazione Italiana delle Fondazioni di famiglia, di impresa e di comunità e altri Enti Filantropici. In questo articolo vi raccontiamo come è andata.
 
Sud: le cooperative sono l'argine alla disoccupazione
Lavoro Sud: le cooperative sono l’argine alla disoccupazione di Redazione 14 novembre 2018 Tra il 2012 e il 2016 sono stati creati oltre 20mila posti di lavoro a fronte degli oltre 25mila persi nelle altre imprese. Sono questi i dati presentati alla prima Biennale della Cooperazione dal Centro Studi Alleanza Cooperative Italiane | Vita, 14 novembre 2018
 
Inclusione possibile? A Cuneo un convegno nazionale per raccontare percorsi di co-progettazione sulla disabilità intellettiva
Il 1° dicembre, in prossimità della giornata internazionale delle persone con disabilità, a Cuneo si svolgerà il convegno nazionale "L'inclusione possibile. La rete territoriale per costruire percorsi di autonomia e vita indipendente". L'evento, promosso da Fondazione CRC, intende rilanciare l'attenzione sul progetto Orizzonte VelA e avviare nuove sinergie locali a supporto delle persone con disabilità intellettiva.
 
Oltre il campanilismo: in provincia di Cuneo la prima fusione tra Fondazioni di origine bancaria
Il Consiglio Generale della Fondazione CRC e il Comitato d'Indirizzo della Fondazione Cassa di Risparmio di Bra, il 16 novembre 2018, hanno approvato il progetto di fusione per incorporazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Bra in Fondazione CRC. È la prima operazione di questo genere in Italia e potrebbe essere seguita da altre Fondazioni di origine bancaria, dando attuazione a un accordo tra Acri e MEF firmato nel 2015.
 
Guzzetti: "Fondazioni bancarie contro crisi welfare"
Le fondazioni bancarie come antidoto alla crisi del welfare. Istituti "strettamente legati al territorio" che rispettano "rigorosamente l'autonomia del management e danno stabilità alle banche senza interferire" e che insieme a Terzo settore e volontariato "cercano di attutire il disagio sociale che altrimenti sarebbe ancora più forte". Questo il pensiero di Giuseppe Guzzetti, presidente Fondazione Cariplo e presidente Acri, espresso nel corso del convegno che si è tenuto a Milano sul tema "La fondazione bancaria tra finanza e impegno sociale". | Adnkronos, 11 novembre 2018
 
Il Terzo settore al governo: "Il nuovo Fisco minaccia 340mila enti"
«Siamo molto preoccupati perché nel testo della Legge di Bilancio in discussione in Parlamento non troviamo le nostre richieste sugli adeguamenti della normativa fiscale del Terzo settore. Si tratta di questioni di grandissima importanza per l’operatività di oltre 340mila organizzazioni. E' questo il messaggio che Claudia Fiaschi, portavoce del Forum del Terzo settore, rivolge a nome delle tante associazioni e cooperative che operano nel mondo del Terzo settore al Governo». | Fausta Chiesa, Corriere della Sera, 13 novembre 2018
 
L'ascesa della co-economy
"Nell’intersezione tra economia e società possiamo osservare due fenomeni", spiega Paolo Venturi, direttore di Aiccon, in un articolo de Il Sole 24 Ore. "Il primo: l’impresa sociale classica, che il recente processo di riforma colloca nel terzo settore; mentre il secondo riguarda la forte presenza di una generazione di imprenditori sociali che, sotto la spinta della sostenibilità e della condivisione, è protagonista di nuove forme di economia sociale" | Alessia Maccaferri, Il Sole 24 Ore, 13 novembre 2018
 
Competenze e Terzo Settore: ecco di cosa si è parlato al seminario di Hermes 4.0
Si è tenuto a Roma lo scorso 7 novembre un seminario sulle nuove competenze alla luce della Riforma del Terzo Settore. L’evento è stato organizzato da Legacoop Nazionale e dalla Cooperativa Sociale Hermes 4.0, realtà che si occupa di formazione, fundraising, ricerca, e progettazione sociale.
 
Il Mezzogiorno può rilanciarsi solo ripartendo dai giovani
Per rilanciare il Mezzogiorno è necessario risolvere il "problema dei problemi": porre fine alla fuga dei giovani meridionali dalla loro terra arginando così il depauperamento del capitale umano che affossa il Meridione. È questa, in estrema sintesi, la proposta che emerge dal volume "Sussidiarietà e... giovani al Sud", rapporto pubblicato dalla Fondazione per la Sussidiarietà e curato da Alberto Brugnoli e Paola Garrone. In questo articolo Lorenzo Bandera ci presenta i principali contenuti del volume.
 
Fondazione Cariparo delinea una nuova strategia votata all'innovazione sociale
La Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo ha presentato nei giorni scorsi il Documento Programmatico Pluriennale che stabilisce come dovrà svolgersi l'attività filantropica dell'ente nel periodo 2019-2021. Il Documento delinea una nuova strategia orientata all'innovazione sociale e nuove linee d'azione da seguire nel prossimo triennio, grazie a uno stanziamento complessivo di 135 milioni di euro.
 
#Oltreiperimetri: idee per un welfare di comunità nel milanese
#Oltreiperimetri è un progetto avviato grazie al sostegno di Fondazione Cariplo per dar vita ad azioni pensate per accompagnare i cittadini più vulnerabili che vivono nel milanese. In particolare, l'iniziativa si è proposta di sostenere processi di cambiamento centrati sulla rigenerazione di legami di comunità e sull'attivazione diretta dei residenti del territorio. Il 30 novembre si terrà un evento volto a restituire i risultati ottenuti. Ve ne parliamo in questo approfondimento.
 
Ipotesi-guida per l'avvio di comunità di apprendimento
Che cosa sono le comunità di apprendimento? Quali sono le strade più efficaci per attivare un gruppo ampio di soggetti diversi e aiutarli a condividere saperi? Ce ne parla in questo approfondimento Graziano Maino, consulente per lo sviluppo organizzativo e socio di Pares, riportando l'esperienza realizzata con i protagonisti del Bando "Capitale naturale. Connessioni ecologiche e servizi ecosistemici per la tutela della biodiversità", promosso e finanziato da Fondazione Cariplo.
 
Da Fondazione Crt 60 milioni per il territorio
Il Consiglio di Indirizzo della Fondazione Crt ha approvato all’unanimità il Documento Programmatico Previsionale (Dpp) per l’anno 2019. In linea con lo scorso anno, i fondi resi disponibili per Piemonte e Valle d’Aosta si attestano sui 60 milioni di euro | Vita, 30 ottobre 2018
 
La misura del bene, il Terzo settore va alla prova dei numeri
Mario Calderini, direttore di Tiresia, il centro di ricerca del Politecnico di Milano che si occupa di tecnologia, innovazione e impatto sociale - ha spiegato a Pier Luigi Vercesi di Corriere Buone Notizie che tra profit e non profit si sta creando, a livello planetario, un’area vastissima in cui i due tipi di attività si incontrano. | Pier Luigi Vercesi, Corriere Buone Notizie, 30 ottobre 2018
 
Fondazione CRC punta su cinque grandi programmi per le attività 2019
Il Consiglio Generale della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo ha approvato all’unanimità il Programma Operativo 2019 che delinea l’attività progettuale ed erogativa per l’anno prossimo, prevedendo un monte erogativo di 22 milioni di euro. La principale novità è rappresentata dall’avvio di cinque grandi programmi che avranno una dotazione complessiva di oltre 3 milioni di euro, attorno ai quali si concentrerà l’attività annuale della Fondazione.
 
Le fondazioni e il rammendo della società
Intorno alla crisi del welfare state e alla contestuale crescita delle forme di povertà vengono avanti esperienze territoriali come le fondazioni di comunità, espressione dell’articolato mondo del secondo welfare. Nate nei primi decenni del ’900 negli Usa, in Italia hanno preso avvio nel 1998 e oggi sono 37, perlopiù nel Nord, con esperienze significative nel Sud tra Campania, Puglia e Sicilia | Aldo Bonomi, Il Sole 24 Ore, 30 ottobre 2018
 
Trento: una rete di comunità e ascolto informale per dare risposte alla vulnerabilità
A Trento si sta sperimentando una nuova forma di collaborazione tra profit e non profit per affrontare la diffusione di nuove vulnerabilità. Grazie al bando "Welfare Km0" di Fondazione Caritro è stata attivata una rete di sostegno informale che coinvolge figure professionali che sono quotidianamente a contatto con le persone - come parrucchieri, baristi, bancari e assicuratori - e che possono aiutare chi è in difficoltà. Il progetto si chiama VIP: Very Informal People.