L'aiuto di Fondazioni bancarie e Terzo settore per uscire dalla crisi
Giovanni Fosti, presidente di Fondazione Cariplo, ha rilasciato un interessante intervista al portale Il Sussidiario per parlare delle iniziative messe in atto dalla Fondazione nel corso dell'emergenza Covid-19 e delle strategie che saranno avviate nel corso della "fase 2". Fosti sottolinea come la Fondazione abbia investito da subito per fornire una risposta immediata alla crisi fornendo un aiuto concreto al Terzo Settore e avviando progetti per il contrasto alla povertà | IlSussidiario.net, 19 maggio 2020
 
Superiamo i bandi tradizionali: una nuova strada per la filantropia post Coronavirus
Questo periodo di crisi può essere per le Fondazioni un'occasione di riflessione sulle modalità operative e sugli strumenti più efficaci per stimolare l'innovazione e il cambiamento. Elena Bottasso e Andrea Silvestri di Fondazione CRC propongono alcuni spunti per superare la dicotomia tra bandi e progetti centralizzati: un'alternativa capace di valorizzare gli aspetti positivi di entrambi e, al contempo, ridurne gli “effetti avversi”. L'articolo è disponibile anche in inglese.
 
Let's go beyond calls for proposals
The coronavirus crisis that we are facing is generating even more intense social needs than previously. Foundations are therefore all working hard not to put on pause their grant-giving and project efforts. Funding bodies are also reflecting on the operative approach and the most effective tools to be adopted by philanthropic institutions, in their role of support, but also of innovative stimulus of their community. In this article Elena Bottasso e Andrea Silvestri from CRC Foundation discuss overcoming the dichotomy between calls and centralised projects.
 
Changemakers United: la piattaforma di Ashoka Europe per affrontare le sfide della pandemia
Il prossimo 20 maggio Ashoka presenterà 20 esperienze innovative, selezionate nell’ambito di Changemakers United, che possano aiutare ad affrontare le sfide imposte dal Covid-19. La pandemia, spiegano Enrica Cornaglia e Federico Mento, impone di infrastrutturare le nostre comunità affinché siano resilienti e, allo stesso tempo, capaci di ripensarsi all’interno di un nuovo paradigma sociale e produttivo. E solo un’intelligenza collettiva possiede le capacità per rispondere a questa situazione.
 
Giuseppe Bruno: per la fase 2 occorre ripartire dalla famiglia e dai servizi educativi e per l'infanzia
Sarà difficile pensare alla ripresa della produttività e del lavoro se all'interno delle mura domestiche non vi è il sostegno necessario per garantire salute, sicurezza e serenità. Quella che dobbiamo affrontare è, come prima cosa, la questione aperta dell’educazione, dell’istruzione e della socializzazione dei bambini. È questo il pensiero di Giuseppe Bruno, Presidente del Gruppo Cooperativo CGM, per la fase 2.
 
Al via SalernoWelfare, una nuova piattaforma per fare welfare al tempo del Coronavirus
Anche a Salerno nasce una piattaforma digitale attraverso cui i residenti della provincia possono accedere a una vasta scelta di servizi di welfare implementati dalle cooperative sociali del territorio. Alcune prestazioni, rivisitate per venire incontro alle limitazioni imposte dalla pandemia, saranno messe a disposizione a titolo gratuito anche grazie al sostegno di Fondazione Carisal, Fondazione della Comunità Salernitana e Fondazione Copernico.
 
Inclusione digitale: di quali competenze abbiamo bisogno?
Man mano che l'emergenza legata al Covid-19 prosegue, sempre più professionisti si pongono il problema di come continuare il proprio lavoro attraverso strumenti di interazione digitale. Proprio per questa ragione i temi del digital divide, delle competenze digitali e della conoscenza delle tecnologie ICT sono divenuti di cruciale importanza. In questo articolo, Dario Grison e Graziano Maino ci offrono alcuni spunti su come collaborare e lavorare in team in questo particolare periodo.
 
La Fondazione Welfare (e la città di Milano) di fronte all'emergenza Coronavirus
La Fondazione Welfare Ambrosiano è un ente non profit che promuove iniziative e interventi a favore dei lavoratori e dei residenti della Città di Milano in difficoltà economica. L'aiuto fornito non è di tipo assistenziale: l'obiettivo infatti è la riattivazione delle persone nel tessuto sociale. Nel corso delle ultime settimane la Fondazione ha attivato misure interessanti anche per il contrasto agli effetti del Coronavirus. Ne abbiamo parlato con il Direttore Generale, Romano Guerinoni.
 
NapoliWelfare, una piattaforma digitale che integra il welfare cooperativo e quello aziendale in tempi di Coronavirus
Da quanto è iniziata la pandemia il Gruppo Cooperativo CGM ha promosso alcuni progetti territoriali, ricalibrando e riadattando l'offerta di prestazioni di welfare promossa dalle sue cooperative sociali, per aiutare i cittadini nel reperimento di servizi utili in questo periodo particolare. In questo solco è nata NapoliWelfare, una piattaforma attraverso cui i residenti della città partenopea possono accedere e servizi di welfare cooperativo, pubblico e anche aziendale.
 
Impresa Sociale si rinnova e si fa in tre
A trent'anni dalla sua fondazione, la rivista Impresa Sociale si rinnova. L'ambizione è di essere al tempo stesso luogo di elaborazione scientifica e sede di dibattito sull'attualità e di scambio di esperienze, raccogliendo così in sé le due anime che hanno caratterizzato in questi anni l'azione di Iris Network, che dal 2013 realizza la rivista.
 
Compagnia di San Paolo, Francesco Profumo confermato presidente
Lo scorso 4 maggio i vertici della Fondazione Compagnia di San Paolo hanno definito i membri del nuovo Consiglio Generale per il periodo 2020-2024. In questo momento di grande emergenza e complessità, dalla fondazione è emerso un preciso impegno: quello di garantire una forte rappresentatività di genere, di età e di competenza per eleggere il Consiglio, esprimendo così una visione moderna e un forte senso di responsabilità civile.
 
Beneficenza contro il Coronavirus, superato il miliardo: e adesso?
La generosità degli italiani è l’anticorpo più veloce attivato contro il Covid-19. L’enorme manovra della solidarietà è partita dal basso subito: quantificarla con esattezza in euro è impossibile. Ma Buone Notizie ha analizzato, incrociato e comparato i dati forniti da diverse indagini. Il risultato è la stima della più grande operazione di raccolta fondi di sempre: almeno 1,2 miliardi di euro in denaro, beni e servizi messi a disposizione da aziende, enti e cittadini. Senza queste risorse private, gli ospedali non avrebbero retto il colpo dell’emergenza. | Giulio Sensi, Corriere Buone Notizie, 5 maggio 2020
 
Coronavirus, oltre 700 milioni di euro raccolti attraverso donazioni private e crowdfunding
Italia non profit è una piattaforma digitale che intende favorire la visibilità, l'accessibilità e la trasparenza del Terzo Settore. Nel corso dell’emergenza legata alla pandemia si è spesa per aiutare i cittadini a orientarsi tra le varie proposte di raccolta fondi e per approfondire i comportamenti e le necessità dei soggetti del Terzo Settore. Qualche giorno fa sono stati diffusi alcuni dei dati raccolti.
 
Fondazione Cariplo riprogramma le attività 2020 per affrontare l'emergenza Coronavirus
La Commissione Centrale di Beneficenza di Fondazione Cariplo ha approvato la riprogrammazione delle attività per il 2020. A causa della pandemia il futuro appare particolarmente incerto e, proprio per tale ragione, la Fondazione ha ritenuto necessario intensificare gli sforzi per stare vicini alle comunità, focalizzandosi su azioni immediate di contrasto alla crisi e avviando un percorso di medio periodo per promuovere innovazione sui territori.
 
La sfida del coronavirus: il non profit vince quando sa innovarsi
Grazie a una rapida riconversione della tecnologia sviluppata per il mercato del welfare aziendale, il Gruppo Cooperativo CGM dall'inizio della pandemia ha messo in campo diverse iniziative per affrontare l'emergenza. Nella nostra ultima inchiesta pubblicata su Corriere Buone Notizie ci siamo concentrati su queste piattaforme che a livello locale offrono servizi alla persona adeguati alle restrizioni del lockdown.
 
Welfare aziendale e terziario sociale: nuove opportunità al tempo del Coronavirus
Nell'ambito dell'inchiesta per Corriere Buone Notizie sulle azioni del gruppo CGM per affrontare l'emergenza Coronavirus, Franca Maino riflette sul ruolo crescente del Terzo Settore nel campo del welfare aziendale. La crisi dettata dalla pandemia ci sta mostrando un sistema cooperativo capace di mettere in campo soluzioni ai bisogni più urgenti e garantire servizi alla persona più che mai necessari, specialmente per i soggetti più fragili della società.
 
Le Società di Mutuo Soccorso di fronte alla sfida del Coronavirus
Le Società di Mutuo Soccorso sono degli attori importanti del secondo welfare. In questo momento di difficoltà, anche loro stanno dando vita a iniziative straordinarie per offrire un sostegno ai loro soci in caso di ricovero a causa di Coronavirus o di isolamento domiciliare forzato. In alcuni casi, le mutue stanno prevedendo anche misure per il sostegno al reddito familiare e per la prevenzione. Ve ne parliamo in questo approfondimento.
 
Coronavirus, a Torino nasce un fondo di solidarietà per le persone in difficoltà
Le Diocesi di Torino e della Val Susa, in collaborazione con la Fondazione don Mario Operti, hanno dato vita ad un fondo di solidarietà attraverso il quale saranno raccolte risorse economiche per contrastare la carenza di liquidità che molte famiglie, liberi professionisti, esercizi commerciali e piccolissimi imprenditori stanno drammaticamente vivendo. Il fondo fornirà "prestiti sociali" ad interessi zero e senza spese a chi ha maggiore difficoltà ad accedere al credito bancario.
 
Liquidità agevolata per il Terzo Settore: Acri e Intesa Sanpaolo lanciano "Prestito Sollievo"
Acri e Intesa Sanpaolo hanno sottoscritto una convenzione per sostenere gli Enti del Terzo Settore che stanno affrontando l’emergenza Covid-19, mettendo in sinergia le rispettive risorse e competenze per aiutare il mondo del non profit, che rischia di trovarsi in grande difficoltà dal punto di vista finanziario a causa della sua strutturale fragilità.
 
Finanza e Terzo Settore: serve un'azione sistemica per far rimbalzare le organizzazioni
Bisogna iniziare a immaginare soluzioni che permettano di finanziare le organizzazioni del Terzo Settore in un'ottica di innovazione sociale, aiutandole a "rimbalzare" nel nuovo assetto post-pandemia. Il rischio, spiegano Francesco Abbà, Paolo Venturi e Flaviano Zandonai, è che gli interventi di messa in sicurezza non siano sufficienti e restino incompiuti. Generando un effetto "ponte di Avignone".