SURVEY /
Le buone pratiche di welfare aziendale e RSI di fronte al Coronavirus: partecipa alla survey
La tua organizzazione ha messo in campo misure di welfare aziendale o di responsabilità sociale per aiutare ad affrontare l'emergenza? Aiutaci a mapparle!
26 marzo 2020



Nell’attuale condizione di emergenza legata all’epidemia di Coronavirus Covid-19 può sembrare difficile parlare di welfare aziendale e responsabilità sociale d’impresa. Ma è proprio in giorni complicati come questi che - secondo noi - è ancora più importante portare alla luce esperienze di organizzazioni che stanno usando questi strumenti per garantire servizi e prestazioni dal forte impatto sociale per i propri collaboratori, le loro famiglie, i territori e le comunità in cui operano.

Per questo Percorsi di secondo welfare promuove una “Open Call for Good Practices” tramite un breve questionario rivolto a tutti quei soggetti del mondo produttivo (imprese, associazioni datoriali, organizzazioni sindacali, Enti del Terzo Settore, Amministrazioni Pubbliche, ordini professionali, fondi e casse, società di mutuo soccorso) che nelle ultime settimane abbiano avviato iniziative per fornire un sostegno concreto ai lavoratori, ai territori e/o alle istituzioni, a partire dal Servizio Sanitario Nazionale, in prima linea nel contrasto agli effetti sociali della pandemia. Siamo infatti convinti che la condivisione della conoscenza e delle buone pratiche sia sempre un elemento chiave per affrontare le sfide collettive che abbiamo davanti. In questo frangente ci sembra ancora più importante.

Se di fronte alla crisi in corso la tua organizzazione ha introdotto misure specifiche a sostegno dei lavoratori e della comunità in cui opera (ad esempio interventi assicurativi ad hoc, servizi per l’infanzia e la genitorialità, sostegno per anziani o familiari non autosufficienti, aiuti economici, ecc.) o per rafforzare la capacità di risposta del territorio (tramite donazioni, raccolta fondi, e così via), ti chiediamo di partecipare alla nostra indagine. Ti invitiamo anche a segnalarla a soggetti che stanno operando in tal senso.

Il questionario è molto agile e sono sufficienti 5 minuti per compilarlo.

Le informazioni raccolte saranno utilizzate per analizzare e riflettere sul contributo che il secondo welfare - attraverso il welfare aziendale, misure di responsabilità sociale d’impresa o altri interventi promossi da soggetti non pubblici - può fornire, anche in un momento di emergenza. Le riflessioni saranno quindi messe a disposizione di tutta la comunità di soggetti ed enti interessati al welfare aziendale e alle sue potenzialità.

Grazie!