PRIVATI /
Master in Gender Equality Diversity ed Inclusion 2020: aperte le iscrizioni
La decima edizione del master promosso dalla Fondazione Giacomo Brodolini prenderà il via il prossimo 27 novembre
23 ottobre 2020

La decima edizione del Master in Diversity Management e Gender Equality, a cura della Fondazione Giacomo Brodolini, inizierà il 27 novembre 2020. Si tratterà di nuova edizione completamente rinnovata per essere totalmente digitale e facilmente fruibile online da tutta Italia. "Consapevoli dei cambiamenti che la pandemia sta generando nelle nostre vite e nel nostro modo di lavorare, cercheremo di capire insieme quale sia l’impatto nei diversi ambiti e come progettare soluzioni che siano realmente inclusive" spiega la Fondazione Brodolini in una nota, anticipando che "le lezioni tematiche e le testimonianze di esperti del settore saranno integrate con un’intensa attività di progettazione che partirà da alcune sfide suggerite direttamente dalle imprese partner". Questo, per rendere i partecipanti capaci, alla fine del percorso, di progettare e realizzare interventi mirati a favorire lo sviluppo di ambienti di lavoro inclusivi.

Il percorso formativo è dedicato all'analisi delle differenze (multiculturali, generazionali, relative all’orientamento sessuale), alle pari opportunità di genere e all’inclusione delle disabilità. Questo Master si rivolge a:

  • specialisti di gestione risorse umane interessati ad approfondire i temi diversity e inclusion; policy maker che vogliano promuovere una progettazione attenta all’inclusione sociale;
  • formatori e liberi professionisti/e interessati al tema oppure impiegati in contesti organizzativi che abbiano l'obiettivo di valorizzare la diversità come capitale strategico e operativo;
  • neo laureati/e che vogliono acquisire competenze innovative e specialistiche spendibili sul mercato del lavoro nazionale e internazionale;
  • operatori/trici di parità e inclusione.

Requisiti indispensabili per partecipare – oltre a una laurea o un’esperienza lavorativa nell'ambito della "diversity e inclusion" – sono la curiosità, la disponibilità a mettersi in discussione e la capacità di confrontarsi con punti di vista e modalità di ragionamento diverse dalla propria.

Il corso è a numero chiuso, riservato a un massimo di 40 partecipanti, che saranno selezionati in base al curriculum vitae e a una lettera di motivazione.

Come spiegano le coordinatrici del master, la complessità e la differenza della società e delle organizzazioni in cui viviamo e lavoriamo sono sempre più visibili e la realtà è sempre meno uniforme (per genere, provenienza etnico-culturale, orientamento sessuale, fede religiosa, presenza di persone appartenenti a diverse fasce generazionali o portatrici di disabilità fisiche e mentali). È proprio di fronte a questo che la gestione della diversità diventa importante: sia perchè è un elemento con cui è necessario sapersi confrontare, ma anche perchè è anche una risorsa che, se approcciata con i giusti strumenti, permette di progettare soluzioni creative, innovative ed inclusive.

Le iscrizioni al corso chiuderanno il 20 novembre.


Clicca qui per maggior informazioni

 


Azioni locali per il benessere globale: le Fondazioni di comunità e l’Agenda 2030

Perché la formazione è essenziale nel campo dell'accoglienza

Master GIS: venticinque anni al servizio del Terzo Settore