PRIVATI / Investimenti nel sociale
Sperimentare l’impatto sociale nelle PMI: al via il percorso formativo firmato da Cottino Social Impact Campus
Gli Impact Prototypes Labs consentiranno alle imprese del territorio di realizzare un progetto incentrato sull’impatto e ad alcuni studenti magistrali di formarsi 'sul campo'
26 novembre 2020

Prende il via la seconda edizione dell’Impact Prototypes Labs (IPLabs), il percorso formativo per le imprese realizzato da Cottino Social Impact Campus, il primo centro in Europa dedicato all’impact education, lanciato nel 2018 da Fondazione Giovanni e Annamaria Cottino. Il progetto è frutto di una partnership tra il Cottino Social Impact Campus e Politecnico di Torino, Unicredit, Unione Industriale Torino e Camera di Commercio di Torino, ai quali nella seconda edizione in partenza si affiancano API Torino, Confindustria Canavese e Torino Social Impact come partner di supporto.

Il corso si configura come un percorso pratico per lo sviluppo di soluzioni “prototipali” a impatto sociale dedicato alle piccole e medie imprese. Le PMI selezionate per il percorso vedranno la partecipazione di un team di studenti magistrali del Politecnico di Torino impegnati per 4 mesi nella prototipazione di soluzioni ad impatto sociale.


Come funziona l’Impact Prototypes Labs

In particolare, le Unioni industriali e le associazioni imprenditoriali del territorio piemontese lanceranno una call per le aziende chiedendo loro di presentare un progetto in ambito di sostenibilità e impatto sociale. Le imprese interessate potranno definire una loro proposta, anche grazie al supporto di un team di esperti del Cottino Social Impact Campus e del Politecnico di Torino.

Le progettualità che - dopo un attento procedimento di selezione - saranno individuate avranno a disposizione un team multidisciplinare formato da 4-5 studenti delle lauree magistrali del Politecnico di Torino (Ingegneria, Architettura, Design e Pianificazione territoriale) che, a seguito di una formazione dedicata sui temi dell’impatto sociale, lavorerà sulla sfida proposta per un periodo di 4 mesi.

In questo modo il corso si propone di favorire la sperimentazione di nuovi modelli imprenditoriali co-progettati a fronte di sfide sociali specifiche. In particolare, le imprese avranno l’opportunità di ideare e progettare nuovi prodotti o servizi incentrati proprio sul tema dell’impatto sociale e della sostenibilità, e al tempo stesso rafforzare la relazione con clienti, fornitori e tutti gli stakeholder. In questo modo sarà possibile aumentare il valore dell’impresa, anche grazie al ripensamento della responsabilità sociale. Gli studenti potranno invece entrare in contatto con aziende del territorio e aprirsi quindi a opportunità di stage e di lavoro. Inoltre, avranno la possibilità di lavorare sul campo, approfondendo un caso reale di business, e di ricevere formazione e accompagnamento da parte degli esperti di Cottino Social Impact Campus e del Politecnico di Torino.

Le candidature per le imprese saranno aperte fino al 4 dicembre, mentre quelle per gli studenti fino al 15 dicembre (qui maggiori informazioni).




Le esperienze delle imprese coinvolte nella prima edizione

Attraverso la prima edizione dell’Impact Prototypes Labs alcune organizzazioni del territorio hanno potuto avviare interventi e progetti incentrati sulla riorganizzazione e l’impatto sociale. Tra queste ci sono Pattern, che ha realizzato un percorso di accompagnamento per l’aggiornamento dei dati e la ristrutturazione del Bilancio di Sostenibilità del 2019, implementando anche uno strumento per il monitoraggio delle emissioni di gas serra, e Gelati Pepino 1884, con un progetto di upcycling dell’avocado che è valso all'azienda anche il premio per l'edizione 2020.

Emblematici sono poi i casi di Knauf Insulation, che ha costruito un sistema di economia circolare per il riutilizzo degli scarti di produzione, e di Compagnia dei Caraibi, la quale ha usufruito di un percorso di accompagnamento per la definizione di una policy per i fornitori e dell’ideazione di una dashboard per il monitoraggio della filiera produttiva su tematiche socio-ambientali. L’azienda Sales ha invece realizzato un piano partecipato di welfare aziendale, partendo da un’analisi dei bisogni della popolazione aziendale.

L’edizione del 2020-2021 si prospetta altrettanto interessante e ricca di proposte. Al momento è prevista la partecipazione di 25 piccole e medie imprese piemontesi e il coinvolgimento di 100 studenti. Per chi fosse interessato ad avere maggiori informazioni o volesse partecipare ed essere coinvolto nel percorso può consultare il sito internet di Cottino Social Impact Campus.

 

 


A Torino arriva una scuola per accelerare la cultura dell'Impact

Orestano: per la filantropia la valutazione deve diventare un "racconto di comunità"

Evoluzioni e rivoluzioni nei modelli filantropici globali