PRIVATI / Fondi integrativi
Sanità integrativa e Covid-19, Alessio Scopa racconta l'esperienza di Sanifonds Trentino
Nel corso di un’interessante intervista, il direttore generale del fondo sanitario della Provincia di Trento ha parlato di quelle che sono le principali sfide legate alla sanità integrativa
23 giugno 2020

Lo scorso 4 giugno, nel corso dell’evento “Come cambierà la spesa sanitaria in Trentino dopo Covid-19?”, il Direttore generale di Sanifonds Trentino Alessio Scopa ha rilasciato un’interessante intervista sul tema del futuro della sanità integrativa e delle sfide legate alla pandemia di Covid-19.

Sanifonds Trentino è il Fondo Sanitario Integrativo territoriale e aperto della provincia di Trento. Le peculiarità di questo fondo risiedono nella sua natura territoriale (che lo distingue dai principali fondi integrativi contrattuali, che tendono a essere di livello nazionale), nella partecipazione di un soggetto pubblico quale la Provincia, oltreché nel fatto di essere multicomparto, ovvero accessibile a tutti i dipendenti pubblici e privati trentini, in base a quanto previsto dai rispettivi contratti di lavoro (ad oggi, se ne contano 28) o regolamenti aziendali.

Come vi abbiamo raccontato in questo recente articolo, di fronte alla crisi del Covid-19 Sanifonds Trentino ha scelto di riorganizzare e rimodulare i suoi interventi investendo su due strade: da un lato, la responsabilità verso la comunità locale, dall'altro il ripensamento del modello organizzativo interno e di servizio agli iscritti. Di seguito vi lasciamo il video integrale dell’intervista a Alessio Scopa, Direttore generale di Sanifonds Trentino.


 


Sanità integrativa e il dopo Covid-19: il progetto di Sanifonds Trentino

Il secondo welfare e i vantaggi della sanità integrativa territoriale

Al via la sperimentazione di smart working in Sanifonds Trentino