PRIVATI / Finanza Sociale
UBI Banca lancia Social Bond per Dynamo Camp. Sarà il primo col calcolo dello SROI
Con le risorse raccolte sarà finanziato il progetto Outreach, che porterà in giro per l'Italia l’esperienza di Terapia Ricreativa dell'associazione
31 gennaio 2015

UBI Banca ha annunciato l’emissione del Social Bond “UBI Comunità per Dynamo Camp Onlus”, un prestito obbligazionario da 20 milioni di euro i cui proventi del collocamento, che potranno arrivare fino a 100mila euro complessivi, saranno devoluti a titolo di liberalità all’associazione Dynamo Camp. Per la prima volta UBI utilizzerà lo SROI per misurare l’impatto sociale generato attraverso tali risorse, tentando così di quantificare in termini economici il valore generato dall’attività sostenuta dalle obbligazioni sociali.


I Social Bond di UBI e l’introduzione dello SROI

Da aprile 2012 il Gruppo UBI Banca ha emesso 59 Social Bond UBI Comunità, per un controvalore complessivo di oltre 620 milioni di euro. Queste obbligazioni, sottoscritte da oltre 23.000 clienti, hanno finora permesso la devoluzione di oltre 3.1 milioni di euro in contributi a titolo di liberalità, utilizzati da istituzioni e organizzazioni del terzo settore per sostenere iniziative di riconosciuto interesse sociale.

Ora, per la prima volta in Italia, UBI tenterà di misurare l’impatto sociale generato grazie alle risorse finanziarie derivanti da un Social Bond. La misurazione sarà effettuata attraverso lo SROI (Social Return On Investment), sistema di valutazione che permette di avere una quantificazione in termini economici del valore sociale o ambientale generato da un progetto o un’iniziativa sviluppata da un’organizzazione sociale. Un’analisi SROI mira a “catturare”, in forma monetaria, il valore di una vasta gamma di risultati attesi o generati, producendo un “racconto” di come un’organizzazione stia creando valore per i propri stakeholder: dai beneficiari diretti alla comunità locale, dalle istituzioni pubbliche ai sostenitori. Lo SROI, dunque, valuta il livello di cambiamento adottando la prospettiva delle persone e delle organizzazioni che ne beneficiano o vi contribuiscono.

Le “lenti” dello SROI saranno utilizzate da UBI per osservare meglio le attività di Dynamo Camp, primo Camp di Terapia Ricreativa in Italia che accoglie per periodi di vacanza e svago bambini e ragazzi affetti da patologie gravi e croniche, principalmente oncoematologiche, neurologiche e diabetiche. Dynamo Camp, grazie al sostegno di Fondazione Dynamo, da quasi 10 anni offre programmi concepiti ad hoc per le famiglie dei piccoli pazienti, compresi fratelli e sorelle sani, in maniera completamente gratuita, e recentemente ha scelto di portare la propria esperienza anche fuori dai confini del Camp.


Il progetto Outreach di Dynamo Camp

La valutazione di UBI sarà effettuata proprio su queste “attività esterne” e in particolare sul progetto Outreach, che svilupperà programmi di terapia ricreativa al di fuori della sede storica di Dyanmo a Limestre, in provincia di Pistoia. Il contributo fornito da UBI Banca finanzierà un tour in dodici tappe che si snoderà per tutta Italia e coinvolgerà - con il supporto e la collaborazione di ospedali ed organizzazioni non profit del territorio - bambini e ragazzi impegnati in cure o in fasi della loro malattia che li costringono a lunghe degenze in strutture ospedaliere.

Per i piccoli pazienti saranno realizzati laboratori di attività radiofoniche, musicali e audiovisive, pensate in modo da unificare l’occasione ricreativa con il fine terapeutico. Dal 16 febbraio al 4 dicembre saranno toccate le città di Torino, Verona, Varese, Brescia, Bergamo, Milano, Monza, Genova, Bari, Napoli, Roma e Ancona.

Al sostegno di questa attività sarà destinato lo 0,50% del valore nominale delle obbligazioni sociali, che avranno un ammontare complessivo di 20 milioni di euro, e che quindi potranno permettere di devolvere al progetto di Dynamo un massimo di 100mila euro. Queste risorse, in base all’indice di redditività sviluppato attraverso lo SROI, secondo le stime di Dynamo Camp, potranno determinare ricadute sociali quantificabili in 2 euro per ogni euro investito.


Le prospettive del nuovo Social Bond

Rossella Leidi, Chief Business Officer di UBI Banca, nel corso della presentazione del Social Bond in favore di Dyanmo ha voluto indicare come la banca stia compiendo un importante passo in avanti prevedendo la misurazione ex ante ed ex post dell’impatto sociale attraverso l’utilizzo dello SROI. “In questo modo” ha affermato Leidi “miglioreremo ulteriormente l’efficacia dei nostri interventi in termini di impatto effettivo, di allocazione delle risorse a favore delle iniziative sociali che maggiormente incidono sul cambiamento e di rendicontazione nei confronti della nostra clientela”.

A confermare questa impostazione è stato anche Guido Cisternino, responsabile Enti, Associazioni e Terzo Settore di UBI Banca: “il tema della misurazione dell’impatto sociale generato dalle attività e dai servizi offerti dal mondo del non profit è un aspetto di estrema attualità e molto dibattuto, anche nell’ambito della revisione della disciplina delle imprese sociali relativa al disegno di legge delega sulla riforma del Terzo Settore”. Cisternino ha quindi sottolineato che UBI Banca “attraverso il supporto del processo di quantificazione dei risultati sociali dei progetti in termini monetari tramite lo strumento dello SROI mette a disposizione dei soggetti destinatari dei Social Bond importanti supporti metodologici, operativi e di assistenza tecnica”.

Un giudizio molto positivo sul nuovo Social Bond è stato espresso anche da Maria Serena Porcari, Vice Presidente Operativo dell’Associazione Dynamo Camp Onlus e Amministratore Delegato di Fondazione Dynamo. Porcari ha voluto ricordare come “Dynamo Camp ha avuto fin dalla fase di start up uno sviluppo fondato su rigore analitico, dall’analisi dei bisogni alla misurazione dei risultati al calcolo dello SROI. La stessa Terapia Ricreativa, base scientifica dei nostri programmi, ha una valutazione di efficacia, grazie a uno studio di SeriousFun, associazione internazionale di cui Dynamo fa parte, con l’Università americana di Yale. Per questo ringraziamo UBI, il cui supporto è un modo innovativo di sostenere un progetto sociale e consente una rendicontazione all’investitore”.


Riferimenti

Come aderire al Social Bond per Dynamo Camp

I Social Bond UBI Comunità

UBI Comunità

Dynamo Camp

Potrebbe interessarti anche:

Le banche e l'investimento nel sociale

Risultati e prospettive dei Social Bond di UBI Banca

Investimenti a impatto sociale: verso una nuova economia

Dynamo Camp, un nuovo modo di sviluppare la filantropia aziendale

Dynamo Camp compie 5 anni

 

Torna all'inizio

 
NON compilare questo campo