PRIVATI / Aziende
Tris di opzioni per diffondere la contrattazione decentrata
Giorgio Pogliotti, Il Sole 24 Ore, 28 maggio 2016
29 maggio 2016

Il governo ha messo in campo un tris di opzioni per diffondere la contrattazione decentrata e contribuire alla crescita della produttività. Dopo un anno di sospensione - dovuta alla mancanza di risorse -  quest’anno è stata ripristinata la cedolare secca al 10% per i premi di produttività (introdotta nel 2008), estesa anche agli utili distribuiti dall’azienda ai dipendenti, con un ampliamento della platea dei beneficiari (fino a 50mila euro di reddito), entro 2mila euro di importo (2.500 in presenza di commissioni paritetiche). Con un’importante novità: i lavoratori potranno optare, in alternativa, per i servizi di welfare aziendale che saranno completamente esentasse (sostegno all’istruzione, assistenza sociale e sanitaria, asili nido, borse di studio per i familiari). Con questo menù a disposizione, il governo punta a estendere la contrattazione decentrata, che secondo le sollecitazioni che arrivano dai principali organismi internazionali (Bce, Commissione Ue, Fmi) rappresenta una leva importante per far crescere la produttività e, con essa, le retribuzioni.


Tris di opzioni per diffondere la contrattazione decentrata
Giorgio Pogliotti, Il Sole 24 Ore, 28 maggio 2016