PRIVATI / Aziende
Pubblicato il Terzo rapporto di ADAPT sul welfare occupazionale e aziendale in Italia
Il lavoro svolto per UBI Banca analizza i contratti sottoscritti sino al 2019 e restituisce una fotografia dello scenario di welfare aziendale e occupazionale pre-pandemia di Covid-19
22 febbraio 2021

Nei giorni scorsi è stato pubblicato il terzo rapporto curato da ADAPT per UBI Banca "Il welfare occupazionale e aziendale in Italia". Il lavoro di analisi si riferisce ai contratti sottoscritti sino al 2019 e restituisce una fotografia dello scenario di welfare aziendale e occupazionale pre-pandemia da Covid-19.

In questa terza edizione è stato ulteriormente rafforzato il lavoro di analisi e mappatura del vasto universo della contrattazione collettiva (nazionale, territoriale e aziendale) secondo una prospettiva metodologica di relazioni industriali che consente di ricondurre a sistema una pluralità di frammenti di welfare che, se visti in modo isolato, offrono una lettura parziale e anche distorta del fenomeno.

Il rapporto contiene un affondo sullo sviluppo del welfare nei settori metalmeccanico e chimico. Inoltre sono presenti degli approfondimenti incentrati su alcuni contesti territoriali specifici, come la provincia di Bergamo, quella di Brescia e quella di Cuneo.


Riferimenti

Executive Summary del Terzo rapporto ''Il welfare occupazionale e aziendale in Italia'' di ADAPT

 


Le prospettive del welfare aziendale per il 2021

Vogliamo capire come valutare l'impatto sociale dei piani di welfare aziendale

Welfare aziendale e mobilità sostenibile, nasce una nuova piattaforma

Se la pandemia cambia il mercato del welfare aziendale

Istat, il 70% delle imprese italiane ha introdotto misure di welfare e per migliorare il benessere lavorativo

Welfare aziendale: nei momenti di crisi si rafforza il ruolo sociale delle imprese?