PRIVATI / Aziende
#PmiDayVarese: il progetto dell'Unione Industriale che porta i giovani in azienda
Grazie all'iniziativa, gli studenti delle scuole secondarie di primo livello di Varese possono comprendere il funzionamento del mondo del lavoro
23 gennaio 2018

#PmiDayVarese è un'iniziativa promossa dall'Unione Industriali della Provincia di Varese che si propone di far conoscere il funzionamento del mondo del lavoro territoriale ai giovani delle scuole medie locali. In questo approfondimento - anche grazie alle parole di Gianluigi Casati, Presidente della Piccola Industria di UniVa - vi raccontiamo come si è svolta la settima edizione del progetto.


Il modello di intervento

Il progetto #PmiDayVarese si basa sul modello di Pmi Day Industriamoci, la Giornata nazionale della piccola e media impresa inserita nella Settimana Europea delle PMI della Commissione europea, organizzata a livello nazionale da Confindustria e dedicata ad avvicinare gli studenti alle Pmi. A Varese - e per la durata di tre settimane - l'Unione Industriali promuove per le scuole secondarie di primo livello in provincia delle visite guidate all'interno degli stabilimenti delle aziende associate. Le imprese e gli istituti scolastici interessati sono invitati ad aderire volontariamente all’iniziativa, contattando il Comitato Piccola Industria, che predispone gli open-day negli stabilimenti.

Secondo Gianluigi Casati, Presidente della Piccola Industria di UniVa “si tratta di un'occasione per raccontare la storia, l'orgoglio, i valori e la cultura frutti del lavoro quotidiano nelle aziende varesine”. Tale opportunità risulta fondamentale in quanto destinata ai giovani ragazzi iscritti al terzo anno delle scuole medie, ai quali è spiegato cosa succede in un’azienda, come si lavora, quali opportunità occupazionali offre il territorio, quali competenze occorrono per trovare un impiego e quali percorsi di studio sono necessari.


I risultati raggiunti

I livelli di partecipazione degli istituti scolastici e i reportage fotografici dell’industria locale realizzati dagli studenti dopo le visite e raccolti nel contest “L’industria mi piace” attestano la soddisfazione dei destinatari del progetto. Nell’edizione 2015, sono stati 1.600 i ragazzi provenienti da 17 scuole che hanno scoperto la realtà produttiva di 60 imprese della provincia di Varese: quest’anno invece, gli studenti coinvolti sono 3.700, le aziende 130 e gli istituti scolastici 45.

Nel corso delle visite, gli studenti hanno potuto apprendere che le aree manifatturiere in cui si può trovare lavoro nell’area insubrica sono diverse - e spaziano dall’ambito tessile a quello aeronautico - e che, secondo le rilevazioni statistiche, 1 neo-assunto su 3 nel varesotto viene occupato proprio in questo settore. L’iniziativa è stata inoltre un’occasione per confrontarsi con le strategie di organizzazione del personale delle imprese e iniziare a capire come ci si interfaccia in un colloquio di lavoro e quali sono le politiche di talent acquisition ed employer branding avviati dalla funzione aziendale Risorse Umane.


Qualche considerazione sull’iniziativa

#PmiDayVarese è un riuscito progetto che contribuisce, tramite un’esperienza diretta, a diffondere la conoscenza delle realtà produttive e dei servizi presenti sul territorio e il loro impegno quotidiano a favore della crescita. Si tratta di una iniziativa win-win: per gli studenti ingaggiati è una buona occasione di orientamento, che consente loro di scegliere con maggiore consapevolezza quale percorso formativo superiore affrontare e, per il tessuto imprenditoriale locale, è invece una interessante opportunità per sviluppare le proprie politiche di costruzione di valore non solo economico ma anche sociale.


Riferimenti

#PmiDayVarese

 


La qualità del lavoro in Provincia di Varese: uno studio quantitativo di Iref-Acli

Smart Working: la proiezione dei benefici per il Sistema Paese

Welfare e Utilities: il quarto rapporto di Utilitalia sulla managerialità femminile

Welfare aziendale e provider prima e dopo le Leggi di Stabilità

Legge di Bilancio 2018: quali sono le novità in materia di welfare aziendale?

La sfiducia dei giovani ignorati
 
NON compilare questo campo