PRIVATI / Aziende
Legge di stabilità, incentivi per il welfare aziendale: che cos'è e perché diffonderlo
BlastingNews, 11 dicembre
12 dicembre 2015

Trattamento fiscale flat per i premi di produttività ai dipendenti, anche se erogati sotto forma di voucher spendibili in servizi di assistenza. È una delle novità introdotte dalla Legge di Stabilità, approvata in prima lettura dal Senato. La norma punta a diffondere la cultura del welfare aziendale nelle imprese e la pianificazione al loro interno di servizi a favore dei dipendenti. Rette agevolate per l’asilo nido, assistenza per gli anziani, bonus per l’acquisto di libri di testo o per gli abbonamenti ai trasporti sono solo alcuni esempi. Servizi un tempo garantiti dallo Stato, che, con la crisi del welfare pubblico, sono ormai a carico dei cittadini.

Stando ai dati riportati nel "Secondo rapporto sul secondo welfare in Italia", pubblicato il 27 novembre, il 69,2 delle grandi aziende del campione di riferimento ha dichiarato di aver avviato un piano di welfare. La percentuale scende di poco tra le realtà di medie dimensioni (60%), mentre è ancora bassa per le piccole. Ma è significativo che, di queste ultime, una su tre abbia dichiarato l’intenzione di introdurre i servizi al dipendente entro 2 anni e che, tra quelle che non hanno il welfare nei loro piani, solo 1 su 5 si sia detta non interessata a considerare l’ipotesi.

 

Legge di stabilità, incentivi per il welfare aziendale: che cos'è e perché diffonderlo 
BlastingNews, 11 dicembre 2015

 


Stabilità 2016, approvato il maxiemendamento: il welfare aziendale rimane

Le prospettive del welfare aziendale in Europa

Il welfare aziendale in Italia: tempo di una riflessione organica

Secondo Rapporto sul secondo welfare in Italia 2015

Welfare e produttività nel nuovo contratto integrativo del settore socio-sanitario veneto

Welfare aziendale: siamo finalmente vicini a una svolta?