PRIVATI / Aziende
Cattolica Assicurazioni: il welfare aziendale fa bene all'impresa
Nel corso del Salone della CSR il responsabile HR del gruppo assicurativo ha rilasciato alcune dichiarazioni sui risultati che la società ha ottenuto grazie al welfare dedicato ai dipendenti
29 ottobre 2019

Nel corso del Salone della CSR e dell’innovazione sociale, evento di due giorni che si è tenuto presso l’Università Bocconi di Milano, Samuele Marconcini - responsabile Organizzazione Risorse del Gruppo Cattolica Assicurazioni - ha rilasciato alcune dichiarazioni all’agenzia Askanews in merito alle politiche di welfare aziendale realizzate dalla società assicurativa.

“Dal punto di vista del welfare”, ha affermato Marconcini, “abbiamo promosso la possibilità di far costruire ai nostri colleghi un pacchetto di flexible benefit per farsi rimborsare un muto, l’assistenza sociale, una parte dei viaggi; e se qualcuno ha qualche familiare con problematiche fisiche sono state messe a disposizione anche forme di sostegno diretto con badanti e altro”.

Grazie al welfare ed al altri interventi di natura organizzativa i risultati della società sono migliorati sensibilmente nell’ultimo periodo. “Si tratta di interventi organizzativi che hanno avuto un importante impatto sul clima aziendale”, ha continuato Marconcini. “Ma non solo; i risultati in termini di recupero di efficienza sono stati altissimi: nel 2018 gli utili del Gruppo hanno fatto registrare il 42% in più, mentre la produttività è salita del 20%”.


È possibile consultare il commento integrale di Marconcini qui

 


Bomi Group sperimenta il welfare aziendale anche grazie alla 'spinta' della Regione

Ministero del Lavoro: a ottobre sono più di 16.500 gli accordi di secondo livello che prevedono il Premio di produttività

Erogazione di acqua, energia elettrica e gas: un'impresa su tre ha avviato politiche di welfare aziendale