PRIVATI / Aziende
Callipo, welfare aziendale e prestiti agevolati per migliorare la vita dei dipendenti
Grazie ad un nuovo accordo aziendale, i dipendenti del gruppo calabrese potranno accedere a un fondo da 1 milione di euro per far fronte alle loro esigenze

Dopo la sottoscrizione del nuovo accordo integrativo che prevede l'erogazione del premio di produttività di 800 euro per ogni lavoratore, la Giacinto Callipo Conserve alimentari Spa - noto gruppo italiano che si occupa principalmente della produzione di tonno e di altre conserve ittiche - e le rappresentanze sindacali hanno sottoscritto un nuovo protocollo che consentirà a tutti i collaboratori di poter usufruire di prestiti a tasso agevolato (1%) per fare fronte alle esigenze di qualsiasi natura.

Gli oltre 200 dipendenti del gruppo potranno attingere ad un plafond di circa un milione di euro, finanziato dalla Banca BPER e messo a disposizione dall'azienda. Il progetto, come dichiarato all'interno di un comunicato stampa di Cisl, si configura come un contributo importante da parte di Callipo a sostegno dei propri lavoratori in quanto si propone di migliorarne la vita.

I dipendenti potranno richiedere all'azienda un finanziamento per un importo pari a 20.000 euro, di durata da uno a cinque anni, da restituire tramite trattenute mensili in busta paga. A tale operazione sarà applicato un tasso di interesse particolarmente favorevole.

In particolare, il Segretario Generale della Fai Cisl Calabria, Michele Sapia, ha dichiarato che "in una realtà difficile come la Calabria, in cui è pure consolidato lo strumento del premio di produttività, è stato segnato un importante passo avanti con la concessione di questo mutuo a tasso agevolato di cui l'azienda si è fatta garante, e ciò è motivo di grande orgoglio per la Fai Cisl, che grazie alla fiducia dei lavoratori associati e all’ottimo lavoro delle tre RSU presenti in azienda, ha assunto un ruolo importante all’interno del gruppo Callipo anche per la capacità di mettere al centro del proprio operato la realizzazione di importanti misure di welfare aziendale".


Il comunicato stampa di Cisl