PRIVATI / Aziende
Il welfare aziendale di Banca d'Italia e CONSOB
Attraverso un bando di gara europeo è stato selezionato Eudaimon come provider per gestire il piano welfare delle due organizzazioni
04 novembre 2020

Banca d’Italia e CONSOB hanno rinnovato il piano di welfare aziendale destinato ai loro dipendenti. Grazie ad un bando europeo, le due organizzazioni hanno infatti selezionato un provider di welfare aziendale - Eudaimon - per gestire la piattaforma destinata ai lavoratori. 

Il contratto aziendale prevede che ogni dipendente abbia accesso a un credito individuale spendibile in beni e servizi di welfare. Allo scopo di massimizzare l'impatto sociale del piano, l'accordo prevede un budget welfare "di base", uguale per tutti; tale somma può però essere incrementata in base ai bisogni sociali del lavoratore: l'importo dipenderà dunque dalla presenza o meno di figli, loro età, dalla presenza di familiari disabili, e così via. 

Il credito welfare potrà essere utilizzato per accedere a tutti i servizi presenti sulla piattaforma: spese di istruzione e di trasporto, asili nido e centri estivi, servizi socio-assistenziali e socio-educativi, prestazioni sanitarie, attività sportive, culturali e per il tempo libero, viaggi, corsi di studio e di formazione, previdenza integrativa.

 


Assolombarda, il 75% degli accordi contiene welfare aziendale

Welfare aziendale, l'Agenzia delle Entrate chiarisce il trattamento fiscale

I voucher per il welfare aziendale raddoppiano il loro limite: quali rischi e quali opportunità?