Dipartimento per la Famiglia: il bando #Conciliamo sarà allargato anche alle organizzazioni più piccole
Dopo la sospensione annunciata nei giorni scorsi, il Dipartimento per la Famiglia ha reso noto che il bando #Conciliamo ripartirà prima della fine di quest'anno. Lo stop, a pochi giorni dalla chiusura delle candidature, pare sia dettato dalla volontà di allargare la platea dei potenziali beneficiari includendo anche le organizzazioni con meno di 50 dipendenti, inizialmente escluse dall'iniziativa.
 
In Piemonte prende il via un ciclo di seminari gratuiti sul welfare aziendale
Unioncamere Piemonte e Anci Piemonte, in collaborazione con le Camere di commercio e gli enti locali del territorio piemontese, hanno deciso di promuovere un ciclo di seminari gratuiti rivolti alle imprese. L'obiettivo è quello di approfondire il tema del welfare aziendale, il suo grado di sviluppo in Piemonte e, infine, presentare le modalità di partecipazione al bando legato alla strategia WeCaRe che finanzierà progetti di aziende e reti di imprese che decidono di implementare servizi di welfare aziendale per i propri dipendenti.
 
Il Dipartimento per la Famiglia sospende il bando #Conciliamo
Il Dipartimento per le politiche della famiglia ha annunciato oggi attraverso il proprio sito internet di aver sospeso il bando #Conciliamo, iniziativa che avrebbe stanziato 74 milioni di euro a sostegno di progetti di welfare aziendale destinati in via prioritaria all'armonizzazione dei tempi di vita e di lavoro. Al momento la sospensione sembra dovuta a non meglio precisati approfondimenti tecnico-giuridici.
 
Premi di produttività: a settembre il welfare aziendale era presente nel 53% dei contratti attivi
Secondo l'ultimo report del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali i contratti di secondo livello che prevedono premi di produttività sono circa 16.000. Tra questi circa il 53% prevede la conversione del premio in servizi e benefit di welfare aziendale. Nonostante il welfare sia sempre più presente sembrano persistere alcune difformità nella sua distribuzione, in particolare a livello di dimensione aziendale, contesto territoriale e settore produttivo.
 
La Finlandia è leader della flessibilità lavorativa, dice la BBC
Flessibilità oraria, lavoro agile e telelavoro sono pratiche comuni in oltre il 90% delle imprese in Finlandia. A evidenziarlo è un recente articolo pubblicato dal sito internet della BBC, il quale evidenzia come tali interventi siano diffusi ormai da decenni anche grazie alla cultura scandinava, basata su fiducia, uguaglianza e pragmatismo.
 
Easy Welfare e ManpowerGroup firmano una partnership per sostenere le PMI che vogliono fare welfare
L'agenzia per il lavoro ManpowerGroup e il provider Easy Welfare hanno siglato una partnership allo scopo di sostenere le imprese - soprattutto le più piccole - che vogliono attivare piani di welfare aziendale. Da oggi infatti ManpowerGroup metterà a disposizione delle sue imprese clienti la piattaforma di flexible benefit di Easy Welfare. In questo modo, tutte le realtà interessate potranno accedere agevolmente ai beni e ai servizi previsti dalla normativa di riferimento.
 
Dall'Agenzia delle Entrate nuove indicazioni sul welfare aziendale con l'interpello 212/2019
Lo scorso 27 giugno 2019, l'Agenzia delle Entrate ha reso noto l'interpello 212/2019 attraverso il quale ha fornito alcuni chiarimenti per la corretta gestione dei benefit welfare derivanti dalla conversione del Premio di Risultato. Sono inoltre chiariti alcuni aspetti dal punto di vista normativo, tecnico e terminologico. Trovate qui l'interpello.
 
Quale futuro per il welfare aziendale? Il botta-e-risposta tra Treu e Massagli
Nei giorni scorsi, all'interno del portale WeWelfare, Tiziano Treu (presidente del Cnel) e Emmanuele Massagli (presidente di Aiwa e Adapt) hanno avviato un interessante dibattito incentrato sul tema del welfare aziendale. In particolare, secondo Treu l'imponente crescita di tale fenomeno necessita di studi volti a stimare la perdita di gettito fiscale, e quindi di potenziali risorse per la collettività; Massagli ha risposto sottolineando come sia scorretto sottostimare il vantaggio generato per la collettività.
 
Formare e preparare i ragazzi ai mestieri del futuro: nasce un nuovo servizio di welfare aziendale
ItaliaCamp, organizzazione che crea connessioni e sviluppa processi di innovazione e trasformazione sociale a impatto positivo per comunità e territori, ha recentemente avviato STEAMcamp, un percorso di formazione basato su coding, robotica, stampa 3D e realtà virtuale per preparare i ragazzi ai mestieri del futuro. Il servizio può essere utilizzato anche dalle imprese in ottica di welfare aziendale: STEMcamp è infatti disponibile all'interno di alcuni dei più noti portali, come quello di Jointly, Easy Welfare, Eudaimon e Edenred.
 
Novità nel mercato dei provider: Edenred acquisisce Easy Welfare
Edenred, società leader nel settore dei buoni pasto e già attiva sul mercato del welfare dedicato alle imprese, ha annunciato l'acquisizione di Easy Welfare, uno dei principali provider di welfare aziendale del nostro Paese. Attraverso questa operazione, Edenred amplia quindi la propria offerta in questo settore, avvalendosi dell'expertise di un gruppo consolidato di professionisti che dal 2006 lavorano in tale ambito.
 
Il programma Rai ''Officine Italia'' ha realizzato un interessante approfondimento sul welfare aziendale
Lo scorso 18 maggio "Officina Italia", il settimanale del TGR curato da Giorgio Tonelli, ha realizzato un interessante approfondimento sul welfare aziendale. In studio, Rossella Sobrero, Docente presso l'Università degli Studi di Milano, ha delineato i contorni del fenomeno individuando le opportunità per imprese e lavoratori. Molte poi le esperienze di welfare raccontate: tra queste ci sono quella di Jointly, di Eudaimon, di Liomatic, di Baxi e del Gruppo H&B.
 
Welfare aziendale: UNI dà il via alla consultazione pubblica per la nuova prassi sulla qualità dei servizi
UNI - Ente Italiano di Normazione è al lavoro per la realizzazione di una prassi di riferimento che fornirà le linee guida in merito ai requisiti di qualità dei servizi alla persona nel welfare aziendale. Dallo scorso 1° aprile, il tavolo di lavoro ha approvato l'avvio della consultazione pubblica del progetto: ciò comporta che tutti coloro che vogliono fornire il proprio contributo potranno consultare il documento e proporre modifiche.
 
Selezione di materiali del convegno "Lavoro e lavoratori/trici smart" di Fondazione Marco Vigorelli
Lo smart working è una risorsa per il management? Serve davvero ai lavoratori e alle lavoratrici? Che impatto ha sulle relazioni, in azienda e in famiglia? Sono alcune delle domande alle quali hanno risposto i protagonisti della tavola rotonda "Lavoro e lavoratori/trici “smart”. Ricerca accademica ed evidenze aziendali" organizzata dalla Fondazione Marco Vigorelli, in collaborazione con Percorsi di secondo welfare, che si è tenuta all'Università degli Studi di Milano il 19 febbraio scorso.
 
Un interessante podcast di Radio24 sul welfare in azienda
Imprese e lavoratori insieme per migliorare il benessere dei dipendenti e insieme la produttività, per un mondo del lavoro e sopratutto un welfare che cambia. Imprese alla ricerca di una ripresa dopo la crisi, dipendenti alle prese con nuove paure e nuove incognite hanno visto crescere negli ultimi tre anni il welfare aziendale. Sono questi i temi toccati dalla trasmissione "Reportage" di Radio24, che lo scorso 16 marzo ha dedicato un approfondimento proprio al tema e alle opportunità del welfare in azienda.
 
Callipo, welfare aziendale e prestiti agevolati per migliorare la vita dei dipendenti
Dopo la sottoscrizione del nuovo accordo integrativo che prevede l'erogazione del premio di produttività di 800 euro per ogni lavoratore, la Giacinto Callipo Conserve alimentari Spa - noto gruppo italiano che si occupa principalmente della produzione di tonno e di altre conserve ittiche - e le rappresentanze sindacali hanno sottoscritto un nuovo protocollo che consentirà a tutti i collaboratori di poter usufruire di prestiti a tasso agevolato per fare fronte alle esigenze di qualsiasi natura.
 
Grom ha aggiornato il proprio programma di welfare aziendale
Grom, la nota catena di gelaterie nata a Torino, ha deciso di rafforzare i suoi investimenti nel campo del welfare aziendale attraverso il programma ''iGrommies''. Con il nuovo accordo integrativo aziendale la società ha introdotto una piattaforma welfare e un insieme di servizi che non interessano solo i suoi 300 dipendenti, ma anche gli oltre 200 collaboratori stagionali dislocati nei vari punti vendita sul territorio nazionale.
 
Il podcast di Radio Radicale sulle opportunità del welfare aziendale e contrattuale
Lo scorso lunedì 4 febbraio, lo spazio radiofonico di Radio Radicale condotto da Valeria Manieri si è occupato di welfare aziendale e welfare contrattuale. Ospite della puntata è stato Emmanuele Massagli, presidente ADAPT e AIWA. Massagli ha ripreso i concetti e la normativa legata al welfare aziendale e al welfare bilaterale, cioè quello erogato dagli Enti Bilaterali.
 
Anche stagisti e somministrati possono godere del welfare aziendale detassato, dice l'Agenzia delle Entrate
L'Agenzia delle Entrate ha confermato la deducibilità integrale delle spese relative ai servizi di welfare aziendale anche quando questi ultimi sono destinati agli stagisti e ai lavoratori con un contratto di somministrazione. Il piano di welfare deve però essere realizzato in modo tale da ''far rientrare'' queste figure professionali all'interno di una categoria omogenea di dipendenti.
 
Può il welfare aziendale migliorare la qualità della vita in azienda?
L'80% dei lavoratori che beneficiano di prestazioni di welfare aziendale esprimono una valutazione positiva in merito alla loro utilità e al loro impatto in materia di benessere personale, familiare e lavorativo. Ma persiste un forte gap conoscitivo sul fenomeno. Sono questi i principali risultati del 2° Rapporto sul welfare aziendale in Italia di Censis e Eudaimon, presentato mercoledì 30 gennaio a Roma. Ce ne parla Valentino Santoni.
 
Verso un welfare aziendale europeo? A Bruxelles un incontro tra le parti sociali di otto Paesi differenti
Sperimentare un metodo innovativo di cooperazione tra i membri dei Comitati aziendali europei ed i sindacati aziendali, nazionali ed europei al fine di realizzare nuove forme di negoziazione a livello aziendale sulle questioni relative al welfare nei settori metalmeccanico e finanziario europeo. E' questo l'obiettivo primario dell'evento che si terrà il prossimo 25 gennaio a Bruxelles e che vedrà confrontarsi le parti sociali di otto Paesi europei.
 

 
Pagina 1 2