Un welfare aziendale ''di distretto'': l’esperienza della concia di Vicenza
Ad Arzignano, in provincia di Vicenza, c'è uno dei distretti della concia più importanti d'Italia con oltre 190 aziende e 13.000 addetti. Da qualche anno i sindacati e le parti datoriali hanno sottoscritto un accordo territoriale che prevede un premio pari a 1.200 per ogni dipendente da spendere in welfare aziendale. In questo articolo riflettiamo sulle opportunità che i distretti possono avere sul fronte del welfare.
 
Il welfare aziendale in Lombardia: nell’anno del Covid si rafforza la sanità integrativa
Assolombarda ha pubblicato un rapporto in cui vengono specificate le principali scelte assunte nel 2020 da imprese e lavoratori di alcune aree della Lombardia in materia di welfare aziendale. Nell'anno del Covid-19 sembrano essere aumentate le spese sul fronte della sanità integrativa, anche grazie alla presenza di nuove forme di offerta da parte dei provider e degli operatori del settore per affrontare i rischi della pandemia.
 
Bonus Smart working da 516 euro per l’acquisto di sedie e scrivanie per chi lavora da casa
Di recente il Decreto Sostegni ha previsto per l’intero 2021 una proroga alla possibilità per le imprese e i datori di lavoro di raddoppiare il limite dei cosiddetti fringe benefit. Attraverso questi benefit le aziende possono anche acquistare sedie e scrivanie da consegnare direttamente ai dipendenti per favorire il lavoro da casa e lo smart working | Diana Cavalcoli, Corriere della Sera, 8 giugno 2021
 
Un welfare aziendale “aperto” al territorio: l’esperienza di Brovind
A Cortemilia, in provincia di Cuneo, c'è Brovind, società che opera a livello internazionale nel settore dell’automazione industriale. Negli ultimi anni l'azienda ha investito molto nel welfare aziendale e ha scelto di coinvolgere anche il territorio, in particolare realizzando alcune misure in collaborazione con il Comune di Cortemilia e con la filiera dei servizi locale. Quali sono le ragioni di queste scelte? Valentino Santoni ne ha parlato con Paola Veglio, AD di Brovind.
 
Welfare aziendale, se chi semina raccoglie
Le ridotte dimensioni delle aziende e le specificità del settore rendono complesso introdurre misure di welfare aziendale in agricoltura. Nell'Alto Milanese è nato un progetto - Agriwel - che sta promuovendo partenariati e reti tra le imprese per dar vita a piani di welfare e azioni di conciliazione vita-lavoro in questo settore. Ce ne hanno parlato Gabriella Merlo e Michela Allievi dell'Associazione Irene.
 
Welfare aziendale, il Parlamento approva il ''raddoppio'' dei fringe benefit per il 2021
Nel Decreto Sostegni è previsto l'aumento del limite per i cosiddetti fringe benefit di welfare aziendale. Come già accaduto lo scorso anno, le imprese potranno destinare ai propri dipendenti specifici servizi di welfare aziendale per un valore massimo di 516,46 euro, il doppio rispetto ai 258,23 euro previsti dalla normativa, totalmente esenti da tassazioni. Un'opportunità che potrebbe aiutare a rilanciare i consumi, ma su cui serve fare anche qualche riflessione.
 
Welfare alla Lidl: 450mila euro per l'istruzione dei figli dei dipendenti
Lidl per il domani è il programma di welfare aziendale rivolto ai figli degli oltre 18.500 collaboratori della catena di supermercati. Il piano è stato creato per sostenere in modo concreto la loro istruzione e prevede lo stanziamento di contributi. In tutto saranno investiti complessivamente 450mila euro per servizi, facilitazioni e benefit per lo sviluppo dei professionisti del futuro | Il Gazzettino, 18 maggio 2021
 
Welfare aziendale e lavoro domestico, quali prospettive?
Tra i benefit offerti dalle aziende ai propri dipendenti sono sempre più diffusi i servizi a sostegno dei familiari anziani e/o non autosufficienti. In questo articolo Massimo De Luca, Direttore dell'Osservatorio Nazionale DOMINA sul Lavoro Domestico, analizza i potenziali benefici e le sfide future di queste misure di welfare aziendale, anche alla luce della pandemia da Covid-19.
 
Al via la partnership tra Edenred e ComeBack Welfare per creare nuove fonti di finanziamento per il welfare aziendale
Edenred Italia, società che si occupa di soluzioni per imprese e lavoratori anche attraverso la piattaforma di welfare aziendale Easy Welfare, ha stipulato un interessante accordo con la startup ComeBack Welfare. Grazie alla partnership, le imprese clienti di Edenred potranno adottare un meccanismo per ottenere nuove risorse di finanziamento da dedicare ai loro piani di welfare aziendale.
 
Sostenere le imprese attraverso l'accesso al credito e il welfare aziendale
L'istituto bancario Banco Desio, grazie alla collaborazione con Credimi, ha dato vita ad un progetto che stanzierà 50 milioni di euro per sostenere l'accesso al credito delle piccole e medie imprese. L'iniziativa è stata poi rafforzata dalla collaborazione con Jointly - Il welfare condiviso: l'operatore di welfare aziendale sosterrà le imprese nell'introduzione di misure e servizi di welfare.
 
Il welfare aziendale (anche) per i liberi professionisti: il caso dello studio legale La Scala
Lo studio legale "La Scala" ha rafforzato il piano di welfare aziendale per il proprio staff, di oltre 100 dipendenti, ma anche per i 215 professionisti che vi collaborano stabilmente. La notizia è particolarmente interessante perché richiama l'attenzione sulla possibilità di agevolare la diffusione di misure di welfare occupazionale anche per i liberi professionisti, i lavoratori autonomi e gli "atipici".
 
Welfare aziendale: 3 imprese su 10 puntano su assistenza ad anziani e non autosufficienti
Il welfare aziendale in Italia è in crescita. Tra i servizi di supporto ai lavoratori ci sono anche le misure di assistenza a familiari non autosufficienti e di sostegno per l'educazione. Un recente articolo de Il Sole 24 Ore analizza alcuni dati sulla diffusione di questi interventi, riprendendo le analisi di Domina e Confindustria | Andrea Carli, Il Sole 24 Ore, 3 maggio 2021
 
Il piano globale di Pirelli: capitale umano, welfare e zero emissioni nel 2030
Pirelli, uno dei principali produttori mondiali di pneumatici, è un'azienda che ha sempre avuto a cuore il capitale umano. Non sono mancate misure di supporto alla persona neanche in tempi di pandemia. Oltre a supportare i dipendenti in Italia e all'estero, non mancano gli investimenti dell'azienda per migliorare la propria sostenibilità ambientale, cercando di diventare carbon neutral nel 2030 | Simonluca Pini, Il Sole 24 Ore, 29 aprile 2021
 
Welfare aziendale, la Provincia di Rimini promuove un bando per sostenere le imprese
Nell'ambito del progetto "Lavoro! Libere tutte", la Provincia di Rimini ha promosso un bando per sostenere economicamente le imprese che vogliono promuovere misure di welfare aziendale. L'obiettivo è quello di incentivare le aziende a favorire la parità di genere, attuare politiche di conciliazione vita-lavoro e per il benessere delle lavoratrici e dei lavoratori.
 
Welfare Luxottica: consegnate 155 borse di studio ai figli dei dipendenti
All'interno del suo piano di welfare aziendale Luxottica ha assegnato 155 borse di studio per merito, premiando i figli dei dipendenti e i dipendenti stessi. Questa tradizione ormai decennale continua ad essere mantenuta come punto stabile nel programma di welfare, nonostante le difficoltà vissute a causa della pandemia | Raffaella Gabrieli, Il Gazzettino, 6 aprile 2021
 
Welfare aziendale, i fringe benefit tornano all'attenzione del Parlamento
Nel 2020 il Legislatore aveva stabilito la possibilità di raddoppiare il limite destinato ai cosiddetti fringe benefit di welfare aziendale, portandolo a 516,46 euro. In questi giorni in Parlamento, nell'ambito del Decreto Ristori, si sta discutendo di aumentare nuovamente tale soglia. Si tratta di una scelta che porta con sé vari benefici, ma che non è esente da rischi su cui occorre riflettere.
 
Welfare aziendale e welfare manager: UNI pubblica una nuova prassi di riferimento
UNI, l’Ente Italiano di Normazione, ha recentemente pubblicato una nuova prassi di riferimento dedicata al tema del welfare aziendale. Il documento analizza anche il ruolo del welfare manager, cioè del professionista che si occupa di strutturare e monitorare piani di welfare in azienda.
 
Il welfare aziendale nell'anno della pandemia
Come è cambiato il mercato del welfare aziendale nel 2020? Quali sono state le scelte di imprese e lavoratori? Secondo i dati dell'Osservatorio di Edenred, che riguarda oltre 3.000 aziende e 500.000 addetti, nonostante le difficoltà legate al Covid le imprese italiane hanno confermato i propri investimenti nel welfare integrativo, mentre i lavoratori hanno concentrato il loro "credito welfare" su alcune voci specifiche.
 
Al via la sesta edizione di Welfare Index PMI
Welfare Index PMI è un'iniziativa che ha lo scopo di stimare la qualità e la diffusione del welfare aziendale all'interno delle piccole e medie imprese italiane attraverso la creazione di un indice sintetico. Da qualche giorno sono aperte le iscrizioni per la partecipazione alla sesta edizione. Le imprese che volessero partecipare potranno farlo gratuitamente, compilando il questionario che si trova nel sito internet del progetto oppure richiedendo un'intervista telefonica.
 
Welfare aziendale contro la pandemia: il caso di ICCOM
L'azienda torinese ICCOM ha recentemente realizzato un piano di welfare aziendale per rispondere ai nuovi bisogni dei propri dipendenti emersi a seguito della pandemia. Tra le iniziative ci sono il pagamento di rette scolastiche e baby-sitter, l'assistenza domiciliare agli anziani, il maggiordomo aziendale e attività formative per i dipendenti. Il nuovo piano, realizzato senza ricorrere a un provider esterno, è nato grazie a un lungo percorso di ascolto dei bisogni dei collaboratori.