Lamborghini, i dipendenti scelgono: più tempo libero, meno soldi
Grazie ad un referendum sul nuovo accordo integrativo aziendale, i dipendenti della Lamborghini di Sant'Agata Bolognese hanno potuto scegliere se avere una busta paga un po' più ricca, oppure godersi qualche ora in più fuori dall'azienda | Corriere della Sera, 7 luglio 2018
 
Welfare aziendale territoriale, l'inizio di una riflessione
Uscire dal perimetro della singola impresa per integrare le esigenze del sistema territoriale nel suo complesso: sembra essere questa la nuova traiettoria di sviluppo del welfare aziendale. Il welfare aziendale territoriale si sta configurando come un fenomeno che comprende progettualità ed esperienze d’impresa condivise tra diversi attori a livello locale | Maria Sole Ferrieri Caputi, Welfare for People, 3 luglio 2018
 
Islanda, scatta la parità di salari obbligatoria per legge
E' scattata in Islanda la legge, la piú severa al mondo, che impone a istituzioni pubbliche e private, aziende, banche e a qualsiasi datore di lavoro con piú di 25 dipendenti di assicurare pari retribuzione alle donne a pari qualifica con gli uomini | Andrea Tarquini, La Repubblica, 9 luglio 2018
 
Il lavoro si fa smart
Si sta facendo largo anche in Italia un nuovo modo di lavorare: al centro non c’è più l’orario di lavoro o la presenza fisica del dipendente in azienda, ma la sua soddisfazione. Numerose ricerche, infatti, dimostrano che maggiore è la soddisfazione, maggiore è anche il rendimento. | Repubblica, 2 luglio
 
Ania lancia l’allarme spread
L’Ania, Associazione Nazionale tra le Imprese Assicuratrici, lancia l’allarme spread e chiede uno scudo per difendersi meglio. Un sensibile allargamento dello spread comporta infatti «un forte rischio nel breve termine sui bilanci delle compagnie di assicurazione». A dirlo è stata il Presidente dell’associazione delle compagnie assicurative, Maria Bianca Farina, durante la relazione annuale di Roma. Anna Messia, Assinews, 5 luglio 2018
 
Welfare aziendale in pericolo con i tagli alle spese fiscali
Gli incentivi fiscali hanno favorito lo sviluppo di un insieme di nuove forme di welfare, per il benessere dei lavoratori. Ma è un processo che rischia di fermarsi se le agevolazioni saranno eliminate per finanziare flat tax e reddito di cittadinanza | Attilio Gugiatti, La Voce, 3 luglio 2018
 
Lavazza: 250 euro a chi fa un figlio o lo adotta
La Lavazza darà un premio “una tantum” di 250 euro lordi a chi fa un figlio o lo adotta. Lo prevede, secondo quanto riferisce Denis Vayr della Flai Cgil, l’accordo integrativo per il periodo 2018-2021, che interessa poco più di 200 dipendenti dello stabilimento di Settimo Torinese | Corriere della Sera, 5 luglio 2018
 
Liomatic: riconoscimento per il miglior welfare aziendale dell'anno
"Miglior welfare aziendale dell’anno": questo il riconoscimento andato a Liomatic, azienda perugina, da parte dell’Associazione famiglie numerose. Liomatic - realtà nata nel 1973, fondata da Paolo Caporali, e leader nel mercato della distribuzione automatica di alimenti e bevande - ha messo a disposizione un articolato piano di welfare | Corriere dell'economia, 22 giugno 2018
 
Ambiente, territorio e welfare: la sostenibilità piace alle imprese e fa bene ai conti
Imprese sempre più sostenibili, almeno nelle intenzioni. E su più fronti: da quello canonico, vale a dire dall’ambiente, alla responsabilità sociale, passando per l’attenzione ai dipendenti, che si traduce in interventi ad hoc, benefit e welfare aziendale. A dirlo è la seconda edizione dell’Osservatorio Sostenibilità a cura di Sic - Società Italiana Comunicazione, realizzato in collaborazione con Format Research | Carlo Andrea Finotto, Il Sole 24 Ore, 26 giugno 2018
 
Smart working, l'Italia arranca. E gli uomini superano le donne
Secondo l'Eurostat, la percentuale di lavoratori occupati tra i 15 e i 64 anni nell’Unione europea (Ue) che solitamente non lavorano in ufficio ma utilizzano la casa o altre postazioni è stata in media pari al 5% nel 2017 | Alberto Annicchiarico, Il Sole 24 Ore, 20 Giugno 2018
 
Cementirossi, premi di risultato e welfare aziendale per i dipendenti
Un premio di produttività annuale consistente e oltre 500 euro di welfare per la famiglia. È, in sintesi, l’accordo integrativo sottoscritto da Cementirossi – storica azienda piacentina del settore cemento che ha anche una sede nel trevigiano – e i sindacati Feneal, Filca e Fillea | Il Piacenza, 20 giugno 2018
 
Welfare aziendale, Wind/Tre: innovazione e attenzione alle persone
Rossella Gangi, Direttore Human Resources di Wind/Tre, è stata intervistata da Askanews con lo scopo di approfondire le attività e le politiche di welfare aziendale della società. Nel corso dell’intervista, la Gangi parla del piano di welfare chiamato “Wind/Tre per noi”, attraverso il quale sono messi a disposizione dei dipendenti una serie di servizi molto richiesti | Askanews, 18 giugno 2018
 
Il tempo di nuove tutele e dei "diritti 4.0"
Le trasformazioni nella realtà produttiva italiana sono in ritardo e a macchia di leopardo (Istat 2017), ma l’innovazione avanza e avanzerà come una marea. Con inevitabili ripercussioni sulle condizioni di lavoro, dentro e fuori le mura delle aziende. Tali effetti vanno, dunque, indagati prima ancora che si manifestino in modo compiuto per governarli, con opportune scelte degli attori istituzionali e sociali | Marina Brollo, Il Sole 24 Ore, 8 giugno 2018
 
Welfare aziendale, Zamagni: riscoprire il modello italiano
Il welfare aziendale è grande opportunità per le imprese, purché queste siano in grado di ripensare e attuare un modello più vicino alle caratteristiche del tessuto economico italiano senza copiare in modo passivo formule e modelli del mondo anglosassone. E' quanto sostiene Stefano Zamagni - docente di Economia Politica all’Università di Bologna e alla Johns Hopkins Univeersity - che a Milano è intervento a “Wellfeel. Benessere organizzativo e welfare aziendale” | Askanews.it, 16 giugno 2018
 
Flessibilità in uscita, non solo Ape: in pensione prima con i fondi di solidarietà
Tra le modalità di uscita anticipata dal mondo del lavoro più recentemente dibattute figura senza dubbio l’APE, ossia la soluzione di anticipo pensionistico introdotta dalla Legge di Bilancio 2017 e pensata per chi ha raggiunto almeno i 63 anni di età. Anche i Fondi di Solidarietà - cioè quegli strumenti rivolti a quelle imprese a cui non si applica la normativa della Cassa Integrazione Guadagni - sono stati coinvolti nel funzionamento dell’APE | Michaela Camilleri, Il Punto, 30 maggio 2018
 
Faac Group. Lanciati i nuovi servizi di welfare aziendale
È stata finalizzata nella sede Faac Bologna l’intesa tra Faac Group, Si Salute (divisione di Uni Salute Servizi) e Welfare Company che metterà a disposizione dell’azienda una piattaforma di servizi evoluti per il welfare destinati ai dipendenti di Faac. Il portale, denominato My Welfare, sarà operativo dai primi di luglio e consentirà ai 330 dipendenti della Faac Spa, in via sperimentale, la possibilità di convertire in servizi di welfare i premi di risultato | Avvenire, 31 maggio 2018
 
Conserve Italia, nuovo integrativo: il premio aziendale cresce del 14%
Aumento del 14% sul premio aziendale per i 2.095 dipendenti di Conserve Italia, consorzio cooperativo dell’industria alimentare con sede a San Lazzaro di Savena (Bologna) proprietario di marchi storici del food come Valfrutta, Cirio e Yoga | Il Sole 24 Ore, 16 maggio 2018
 
L'azienda va bene e ridà agli operai i soldi persi in cassa integrazione
A volte capita anche che un'azienda decida di restituire ai lavoratori almeno parte dei sacrifici sofferti. Grazie ai buoni risultati economici ottenuti nell'ultimo anno, infatti, all'interno dell'ultimo accordo integrativo aziendale, l'acciaieria Beltrame di Vicenza ha stabilito che i lavoratori avranno diritto, in media, a 700 euro di premio bonus | La Repubblica, 25 maggio 2018
 
Campari. Azionariato diffuso e welfare nel nuovo integrativo
Azionariato diffuso, flessibilità e politiche di welfare. Sono questi i capisaldi dell’accordo integrativo del gruppo Campari (firmato lo scorso venerdì) per il quadriennio 2018-2021, che interesserà i circa 600 dipendenti della sede e dei siti produttivi italiani | Avvenire, 21 maggio 2018
 
Non solo Pil, la sfida tra Stati (e aziende): chi è più etico?
Dare i voti ai Paesi (e alle aziende) non in base a criteri finanziari ed economici per sapere se meritano il nostro credito (cioè i nostri soldi), ma in base a criteri «etici»: come il «tasso» di democrazia, il rispetto dei diritti umani e dell’ambiente e l’esistenza (e la qualità) dello stato sociale. Si chiama «giudizio di sostenibilità» e lo emette Standard Ethics Rating | Fausta Chiesa, Il Corriere della Sera, 18 maggio 208
 

 
Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26