PRIMO WELFARE /
Welfare Tourism – An Unproven Case
Klára Fóti, Social Europe, 4 December 2015
09 dicembre 2015

Si parla spesso della cosiddetta “welfare magnet hypothesis”, cioè l’idea che i cittadini dei Paesi neo-membri dell’Unione Europea, perlopiù dell’Est, si spostino verso i Paesi dell’Ovest attratti, oltre che dalle opportunità lavorative, dall’offerta di benefit e servizi più efficienti e generosi.

Al fine di comprendere meglio questa ipotesi, Eurofound ha recentemente realizzato una ricerca che esamina l’impatto della mobilità europea sui servizi pubblici in nove Paesi: Austria, Danimarca, Germania, Irlanda, Italia, Paesi bassi, Spagna, Svezia e UK.

Chi sono questi cittadini che si spostano all’interno dell’Europa? Quanto effettivamente beneficiano di welfare e servizi pubblici? Ne discute Klara Foti, Research Manager di Eurofound.

 

Welfare Tourism – An Unproven Case
Klára Fóti, Social Europe, 4 December 2015

 

 


La Corte di Giustizia UE si esprime sul turismo del welfare

Troppi allarmi sul turismo sociale minacciano la cittadinanza europea

Europa alla prova della cittadinanza

Elezioni Regno Unito: cosa ne sarà del welfare britannico?

La Gran Bretagna verso un welfare meno inclusivo per gli stranieri
 
NON compilare questo campo