PRIMO WELFARE / Lavoro
Unioncamere, 1 impresa su 3 che si occupa di welfare e istruzione è guidata da donne
Oltre il 30% delle attività del settore dei servizi alla persona e sanitario è a guida femminile. Lo rivela un’indagine di Infocamere e Unioncamere.
24 gennaio 2020

Secondo l’Osservatorio per l’imprenditorialità femminile di Unioncamere e InfoCamere, le aziende guidate da donne sarebbero 1 milione e 340 mila e occuperebbero oltre 3 milioni di persone. In particolare, oltre il 30% delle imprese femminili opera nel comparto del welfare e dell’istruzione: nella scelta di aprire una attività autonoma, sono molte coloro che preferiscono orientarsi verso i settori che offrono servizi alle famiglie, come quelli che si occupano di istruzione, o che operano nella sanità e nell’assistenza sociale.

"La predilezione femminile per questi settori" - ha dichiarato Tiziana Pompei, vice segretario generale di Unioncamere - "è confermata anche nel lavoro dipendente. Secondo le ultime previsioni Excelsior di Unioncamere e Anpal, relative alla domanda di lavoro delle imprese nel mese di gennaio, le donne continuano a essere maggiormente richieste soprattutto nei servizi alle persone (30% richieste di personale femminile). A seguire le imprese ricercano dipendenti donne soprattutto nei servizi di alloggio, ristorazione e turistici (28% richieste di personale femminile) e nel commercio (26%)".


Per leggere il comunicato stampa di Unioncamere e Infocamere