PRIMO WELFARE / famiglia
Asili nido, tutti i numeri della schizofrenia italiana
28 settembre 2013

Linkiesta ha tracciato una mappa delle tariffe degli asili nido italiani per l’anno scolastico 2013/2014 nei capoluoghi di tutte le regioni, comprensiva dei criteri in base ai quali vengono stilate le graduatorie di inserimento negli asili. Ne emerge un quadro che, più che “a macchia di leopardo”, si potrebbe definire quasi schizofrenico. Basta spostarsi di pochi chilometri, da una provincia all’altra, per avere a che fare con regole, e costi, completamente diversi. Un esempio? A Milano sono attribuiti dei punti bonus in graduatoria ai minori in affido, ai gemelli, e alle famiglie che hanno già altri figli negli stessi asili nido. Nella provincia attigua di Monza non ci sono punteggi ma un ordine di priorità di ammissione; a parità di requisiti, si prendono in considerazione anche l’affitto o il mutuo pagati per l’abitazione.

 

Asili nido, tutti i numeri della schizofrenia italiana
Andrea Curiat, Linkiesta, 23 settembre 2013