PRIMO WELFARE /
Mutuo troppo caro? «Ci sposiamo per ridurre lo spread». Ma le banche fanno finta di non saperlo
17 luglio 2012

Capita che, se si vuole chiedere un mutuo per l'acquisto di una casa, si accelleri verso la tappa del matrimonio per ottenere migliori condizioni. Molti sono i giovani che, secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore, decidono di anticipare le nozze per avere più possibilità di accendere un mutuo. Le giovani coppie sposate hanno infatti diritto ad agevolazioni previste dal Fondo giovani coppie, istituito dal Ministero del Tesoro la scorsa estate nell'ambito dell'iniziativa Diritto al futuro, che può deteriminare tassi favorevoli rispetto a quelli normalmente impostati. Le banche risultano tuttavia restie a concedere i prestiti richiesti secondo le conzioni previste, un comportamento che avevamo già avuto modo di notare nelle scorse settimane segnalando alcune inchieste apparse su alcuni giornali (Altroconsumo avverte i giovani precari a caccia di mutuo: «Le banche vi boicottano» e Banca d'Italia: sempre meno mutui a giovani e immigrati, per le banche sono categorie a rischio). 
 

Mutuo troppo caro? «Ci sposiamo per ridurre lo spread». Ma le banche fanno finta di non saperlo

Vito Lops, Il Sole 24 Ore, 17 luglio 2012