POVERTÀ E INCLUSIONE /
Al Banco Farmaceutico 541.000 medicinali per aiutare chi ha bisogno: i risultati della Giornata di Raccolta del Farmaco 2020
Dati in crescita rispetto allo scorso anno. Coinvolte 5.000 farmacie, 17.000 farmacisti e 22.000 volontari. I medicinali raccolti andranno a quasi mezzo milione di persone in povertà sanitaria
14 febbraio 2020

Quest'anno la Giornata di Raccolta del Farmaco, che come dice il nome si svolge normalmente nel corso di un solo giorno (tendenzialmente un sabato di inizio febbraio) è durata ben una settimana, dal 4 al 10 febbraio. "Si è trattato di uno sforzo notevole" spiega Sergio Daniotti, presidente del Banco Farmaceutico, Fondazione che da circa vent'anni organizza l'iniziativa, "ma ne è valsa la pena". I numeri indicano infatti che rispetto allo scorso anno la raccolta è aumentata del 29%: gli italiani hanno donato complessivamente 541.000 medicinali, che andranno a sostenere centinaia di migliaia di persone che nel nostro Paese si trovano in povertà sanitaria, cioè incapaci di accedere a farmaci basilari per l'automedicazione. 

È un risultato straordinario", continua Daniotti, "raggiunto grazie ai cittadini che hanno donato, ai volontari del Banco e alle realtà assistenziali che li hanno raccolti, ai farmacisti che hanno ospitato l'evento nella propria farmacia, ma anche ai media che hanno dato visibilità all'iiniziativa". Quest'anno hanno aderito 4.945 farmacie, 458 in più rispetto al 2019 (+10%), e sono stati coinvolti più di 22.000 volontari e oltre 17.000 farmacisti. I titolari delle farmacie, inoltre, hanno donato oltre 720.000 euro. 

Daniotti ha voluto ringraziare anche le aziende farmaceutiche e le realtive associazioni di categoria "è infatti grazie al loro importante contributo continuativo che il Banco Farmaceutico può distribuire farmaci tutto l’anno agli enti assistenziali per contrastare la povertà sanitaria in Italia”. I medicinali donati la scorsa settimana, infatti, permetteranno di aiutare più di 473.000 persone povere di cui si prendono cura 1.859 realtà attualmente convenzionate con la Fondazione Banco Farmaceutico; il fabbisogno espresso da queste realtà è però ben più alto e stimato in 1.096.479 farmaci. Quanto recuperato durante la Giornata di Raccolta del Farmaco, dunque, permetterà di coprire solo il 49% del bisogno effettivo.

Da qui l'importanza di alleanze stabili con i vari attori del settore - lo scorso anno le donazioni da parte di oltre 30 aziende farmaceutiche hanno permesso al Banco di recuperare 959.475 confezioni di farmaci, per un valore commerciale di 12.014.677 euro - ma anche del sostegno continuativo dei cittadini. Il Banco Farmaceutico può essere sostenuto tutto l'anno tramite donazioni economiche dirette e il 5x1000 e attraverso donazioni di farmaci all’interno di oltre 420 farmacie presenti in 20 città e province italiane.

 


Giornata di Raccolta del Farmaco 2020: una settimana di donazioni per i vent'anni dell'iniziativa

Povertà Sanitaria, oltre mezzo milione di famiglie non riescono a pagarsi cure e medicinali

Un farmaco per tutti: a Napoli un progetto per aiutare chi ha più bisogno