POVERTÀ E INCLUSIONE /
Nasce #lascuolaascuola: un comitato che chiede la riapertura delle scuole e dei servizi educativi
L'iniziativa, diffusa attraverso i principali social network, ha fra i suoi fondatori medici, insegnanti, psicologi e genitori
05 maggio 2020

Con l’obiettivo di sensibilizzare le istituzioni sui temi educativi e promuovere una mobilitazione nazionale che metta al centro la riapertura delle scuole e dei servizi educativi, è nato il comitato #lascuolaascuola. L'iniziativa, che su Facebook ha una pagina seguita da oltre 2.000 persone e un gruppo che conta oltre 7.000 iscritti, ha fra i suoi fondatori medici, insegnanti, psicologi e genitori.

Il comitato, che ha elaborato un proprio manifesto al quale è possibile aderire, ritiene necessario procedere sin da ora con la riapertura delle strutture scolastiche definendo un piano di medio-lungo termine che preveda la possibilità di creare classi meno numerose e ambienti idonei a garantire la sicurezza sanitaria. Inoltre, fin da subito, gli edifici scolastici di più recente costruzione potrebbero essere destinati a piccole sperimentazioni di riavvio della didattica, per alcune ore a settimana e utilizzando gli spazi verdi. Una scelta di questo tipo consentirebbe di individuare strumenti e soluzioni da utilizzare poi a settembre.

Allo stesso modo, l'avvio dei centri estivi (realizzato in linea con specifiche caratteristiche di sicurezza e prevedendo la formazione degli educatori sulle misure di controllo delle infezioni) fornirebbe alle regioni e al governo un primo test fondamentale in vista della riapertura a settembre.

Per maggiori informazioni in merito a #lascuolaascuola

 


Non è solo un problema di conciliazione

La didattica a distanza non basta: il valore della scuola è essere un luogo vissuto

È il momento di ripartire dai bambini e dai ragazzi

Emergenza coronavirus: le iniziative di Save the Children per aiutare i piccoli più fragili

Anticorpi contro la crisi: l'intervento di Chiara Agostini su Slow News

Anche Secondo Welfare contribuisce al Glossario sulle diseguaglianze sociali di Fondazione Gorrieri