POVERTÀ E INCLUSIONE /
Emergenza Coronavirus, ''Con i Bambini'' favorirà iniziative per l'apprendimento a distanza e l'E-learning
L'impresa sociale garantisce ai 355 progetti in corso, finanziati attraverso il Fondo di contrasto alla povertà educativa e minorile, la possibilità di attivare iniziative che potranno essere rendicontate a conclusione dei progetti
13 marzo 2020

Per far fronte all’emergenza Coronavirus, l'impresa sociale Con i Bambini - che gestisce le risorse del Fondo di contrasto alla povertà educativa e minorile - ha avanzato un invito agli enti capofila e ai partenariati coinvolti nei 355 progetti attivati sul territorio nazionale. La richiesta è che queste iniziative, che coinvolgono complessivamente 6.600 organizzazioni e oltre 480.000 minori, continuino a supportare, per quanto possibile, le comunità, le scuole, le famiglie e i minori anche in questa situazione particolare.

In particolare, Con i Bambini chiede ai promotori dei progetti di valutare la possibilità di favorire la diffusione di sistemi di apprendimento a distanza e di assistenza a ragazzi e famiglie che vivono particolari situazioni di fragilità. In linea con questa disposizione, e nel caso le scuole ne fossero sprovviste, Con i Bambini si impegna a sostenere le spese necessarie ad acquistare, installare e porre in uso i sistemi e le tecnologie occorrenti per l’apprendimento a distanza. Tali spese saranno successivamente inserite nei vari piani di rimodulazione e regolarmente rendicontate alla fine dei progetti.

Inoltre, compatibilmente con i tempi dell’emergenza e con le disposizioni normative in vigore, similmente potranno essere programmate attività estive (di natura educativa e ricreativa) ritenute adeguate per supplire l’attuale fase di chiusura e sostenere la continuità dei processi di apprendimento dei minori. In particolare, queste attività potranno essere illustrate agli uffici di Con i Bambini, che procederanno a una rapida valutazione. Anche tali attività saranno successivamente inserite nei piani di rimodulazione e regolarmente rendicontate.

Con i Bambini informa inoltre che sarà possibile, terminata l’attuale fase emergenziale, ridefinire le attività e le scadenze tenendo conto della sospensione in corso e venendo incontro alle esigenze delle organizzazioni e degli operatori impegnati sul territorio.


*Aggiornamento del 24 marzo 2020

Nei giorni scorsi alcuni progetti hanno iniziato a condividere sul portale promosso da Con i bambini "Apprendimento a distanza" le prime azioni e attività messe in campo. Per i più piccoli, ad esempio, sono state attivate video favole e video laboratori (psicomotricità, musica, creatività digitale, ecc); tutorial per i genitori e bambini (cucina, creatività, anche tutorial per creare e spedire cartoline per i 100 anni di Gianni Rodari); video incontri tra mamme. Molto spazio è dedicato anche alle iniziative di apprendimento a distanza per i ragazzi: esperienze di didattica musicale a distanza; laboratori virtuali rivolti agli adolescenti e alle loro famiglie; corsi ed esercitazioni online per gli studenti; colloqui individualizzati a distanza per dare continuità alle attività di sostegno educativo e psicologico, ecc.


Qui potete consultare e aderire ai progetti promossi da Con i bambini

 


Chiusura delle scuole: servono interventi per evitare l'aumento delle diseguaglianze tra i bambini

Accordo tra cooperative e sindacati per fronteggiare l'emergenza Coronavirus

Da Fondazione Cariplo un fondo da 2 milioni di euro per fronteggiare l'emergenza Coronavirus

Nasce ''biellawelfare'', una piattaforma che innova la gestione dei servizi di welfare

Povertà educativa e minorile, ''Con i Bambini'' per lo sviluppo del Paese

Coronavirus: esteso a tutta Italia lo smart working senza accordo, fino alla fine dell'emergenza