PARTI SOCIALI /
Come agevolare la conciliazione vita-lavoro? Parte la ricerca sulle imprenditrici della Provincia di Varese
L'analisi è promossa dal Gruppo "Terziario Donna" di Confcommercio UNIASCOM provincia di Varese e realizzata da Percorsi di secondo welfare. A giugno saranno presentati i risultati.
14 marzo 2019

Conciliare il lavoro con la vita privata non è sempre facile, specialmente se si è donne, si deve portare avanti un’attività commerciale e, contemporaneamente, gestire le esigenze della propria famiglia. I bisogni dei bambini, le attività extra-scolastiche dei figli più grandi o le necessità di genitori anziani che non sono più totalmente autosufficienti: sono solo alcune delle sfide quotidiane che si è chiamati ad affrontare.

Per riflettere di questo tema il Gruppo delle imprenditrici di “Terziario Donna” - Confcommercio UNIASCOM provincia di Varese ha deciso di promuovere una ricerca per individuare e analizzare i principali bisogni di conciliazione e le conseguenti difficoltà che le donne imprenditrici della provincia di Varese si trovano a vivere giorno dopo giorno. L’analisi, che sarà realizzata dai ricercatori del Laboratorio Percorsi di secondo welfare, ha lo scopo di mappare le necessità legate all’armonizzazione dei tempi di vita e di lavoro e, al contempo, identificare le risposte che il territorio della provincia di Varese attualmente offre sul fronte dei servizi alla persona.

L’obiettivo è capire in che modo gli interventi pubblici di welfare possano essere arricchiti ed integrati grazie al contributo che proviene dagli attori privati. In questa direzione, Confcommercio UNIASCOM provincia di Varese si propone di utilizzare i risultati dell’indagine per agevolare, promuovere e finanziare futuri interventi volti a fornire strumenti efficaci per rispondere ai bisogni di conciliazione vita-lavoro e, di conseguenza, sostenere l’imprenditorialità femminile in tutte le sue forme. L’indagine prenderà il via nei prossimi giorni attraverso una survey online rivolta alle associate di Confcommercio UNIASCOM provincia di Varese, a cui seguirà un’analisi qualitativa e quantitativa dei dati raccolti che si concentrerà in particolare sui bisogni di conciliazione legati ai figli, agli anziani non autosufficienti e ai famigliari con disabilità. I risultati della ricerca saranno presentati il 10 giugno in un convegno pubblico. 

Il 13 marzo a Varese si è svolta una Conferenza Stampa in cui è stata annunciato l'avvio della ricerca e i suoi obiettivi, a cui hanno partecipato Cristina Riganti, presidente del Gruppo terziario donna di Uniascom provincia di Varese, Sergio Bellani, Segretario Generale UNIASCOM Confcommercio Varese, Lino Gallina, Dirigente area legislativa del lavoro, formazione e rapporti istituzionali in Confcommercio Varese, e Lorenzo Bandera, Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne di Percorsi di secondo welfare. In calce sono disponibili gli articoli pubblicati sulla stampa locale dopo la conferenza.


Rassegna Stampa

Conciliare vita e lavoro. Indagine Uniascom sulle imprenditrici a Varese
Malpensa24, 13 marzo 2019

Famiglia e lavoro, le imprenditrici di Uniascom progettano un welfare migliore
VareseNews, 13 marzo 2019
 

 


Conciliazione e carichi di cura: quando un'immagine vale più di mille parole

Conciliazione: come saranno usate le risorse del Fondo per la Famiglia?

Donne e uomini, a casa, fanno lo stesso lavoro: i genitori

Conciliazione tra vita familiare e lavorativa: il dibattito tra Roma e Bruxelles

Il potenziale inespresso della bilateralità sul territorio

Famil.care: una piattaforma che aiuta a sostenere gli oneri di cura in un'ottica di work life balance