NOVITÀ /
Percorsi di secondo welfare diventa un LAB dell'Università degli Studi di Milano
Il riconoscimento del Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche rafforza ulteriormente il legame con la Statale
16 novembre 2020

Percorsi di secondo welfare ha da sempre un rapporto privilegiato con l'Università degli Studi di Milano. La Statale nel 2011 è stata infatti tra i promotori del nostro progetto - insieme al Centro Einaudi di Torino e il Corriere della Sera - e diversi ricercatori e professori dell'ateneo milanese - in primis la direttrice Franca Maino e il referente scientifico Maurizio Ferrera - collaborano o hanno collaborato alle nostre attività; inoltre in questi anni sono stati numerosi i convegni, i seminari e i workshop promossi congiuntamente per approfondire dinamiche legate al mondo del welfare.

Da qualche settimana questa sinergia si è ulteriormente rafforzata. Il Consiglio del Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche ha infatti deliberato che Percorsi di secondo welfare sia uno dei LAB dell'Università degli Studi di Milano. I LAB identificano un gruppo di professori e ricercatori strutturati all’interno di uno stesso Dipartimento che collaborano o intendono collaborare su una specifica tematica di ricerca, riconosciuti dall'ateneo al fine di valorizzare le tematiche oggetto di analisi. Siamo dunque molto felici di questo riconoscimento, che valorizza ulteriormente le nostre attività per diffondere il dibattito sul secondo welfare in Italia.

Attualmente tra i membri del Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche che collaborano a Secondo Welfare ci sono Franca Maino (direttrice) Maurizio Ferrera (scientific advisor), Ilaria Madama e Federico Razetti. Ad essi si aggiungono Chiara Agostini, Lorenzo Bandera, Elena Barazzetta, Elisabetta Cibinel, Orlando De Gregorio, Chiara Lodi Rizzini, Valentino Santoni.


La pagina di Percorsi di secondo welfare sul sito del Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche