NOVITÀ /
Percorsi di secondo welfare aderisce a Parole O_Stili
Un manifesto volto responsabilizzare ed educare gli utenti della Rete a scegliere forme di comunicazione non ostile
07 gennaio 2021

Il potere delle parole: commuovono, uniscono, scaldano il cuore. Oppure feriscono, offendono, allontanano. E se è vero che i social media sono luoghi virtuali, le persone che vi si incontrano sono reali. Sono questi i presupposti dell'azione di Parole O_Stili, un'associazione nata nel 2016 con l’ambizione di ridefinire lo stile con cui le persone stanno in Rete e diffondere l’attitudine positiva a scegliere le parole con cura.

Parole O_Stili lavora con le scuole, le università, le imprese, le associazioni e le istituzioni nazionali e territoriali con l’obiettivo di diffondere pratiche virtuose per la comunicazione in Rete e promuovere una consapevolezza delle responsabilità individuali. L'azione informativa e culturale dell'organizzazione è concentrata nel “Manifesto della comunicazione non ostile”, una carta che elenca dieci princìpi di stile utili a migliorare il comportamento di chi sta in Rete. Il Manifesto è stato declinato in sette diversi ambiti, è entrato nelle scuole attraverso 200 schede didattiche e ha ispirato tre progetti editoriali.

Il nostro Laboratorio - in qualità di ente di ricerca e di organo di informazione - ha deciso di aderire con entusiasmo al Manifesto, nella convinzione che la Rete possa e debba essere un luogo sicuro, accogliente e arricchente per tutti e tutte. In virtù delle nostre diverse attività abbiamo scelto di firmare il Manifesto anche nella sua declinazione legata all'ambito scientifico.

 

Il Manifesto della comunicazione non ostile