SAVE THE DATE /
Politecnico di Milano, assegno di ricerca ''Disuguaglianze e forme di segregazione socio-spaziale''
L'assegno fa parte del Progetto Eccellenza del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani sui ''territori fragili''. C'è tempo fino al 3 marzo per presentare le domande.


Il Politecnico di Milano promuove un assegno di ricerca annuale (rinnovabile) sul tema "Disuguaglianze e forme di segregazione socio-spaziale". L'assegno fa parte del Progetto Eccellenza del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani sui "territori fragili" ed ha come oggetto le intersezioni tra disuguaglianze, forme di segregazione scolastica e residenziale, dinamiche abitative, processi di differenziazione etnica e sociale della popolazione urbana, e politiche urbane che tentano di contrastarle.

Il profilo richiesto è di un ricercatore urbano capace di organizzare autonomamente l'attività di ricerca; sviluppare relazioni di collaborazione con altri ricercatori e gruppi di ricerca; restituire i risultati di ricerca attraverso pubblicazioni nazionali e internazionali. L'assegnista dovrà possedere una o preferibilmente più tra le seguenti competenze: conoscenza e analisi dei processi di segregazione socio-spaziale; analisi statistica e cartografica di dati territoriali; di politiche pubbliche (sociali, scolastiche, urbane). Il coordinatore scientifico dell'assegno è Costanzo Ranci. Fanno parte del Comitato tecnico dell'assegno Marco Arlotti, Paola Briata, Giuliana Costa, Lara Maestripieri, Carolina Pacchi e Stefania Sabatinelli. Per ulteriori informazioni potete scrivere a costanzo.ranci@polimi.it.

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 3 marzo 2020.


Per maggiori informazioni e per consultare il bando