Un welfare aziendale "a filiera corta". Attuale sviluppo e possibili evoluzioni in provincia di Siena
La ricerca condotta da Secondo Welfare per la Fondazione MPS ha scattato una fotografia aggiornata del welfare aziendale nel Senese e mappato la posizione dei principali stakeholder territoriali sul tema.

A inizio 2020 la Fondazione Monte dei Paschi di Siena ha promosso una ricerca per esplorare lo sviluppo del welfare aziendale nella provincia senese e le sue possibili evoluzioni. L’indagine, condotta dai ricercatori di Secondo Welfare tra marzo e settembre 2020, ha inteso scattare una fotografia aggiornata del fenomeno sul territorio e, al contempo, mappare il posizionamento dei principali stakeholder territoriali - in modo particolare del mondo della cooperazione sociale - sul tema, anche alla luce della crisi pandemica da Covid-19.

Le analisi svolte hanno approfondito, in particolare, la dimensione del welfare aziendale “a filiera corta”, ovvero quelle forme di welfare aziendale fortemente aperte al territorio, inclini ad attivare filiere di produzione di valore capaci di mettere a sistema le risorse locali e innescare circoli virtuosi di sviluppo in una prospettiva sostenibile e inclusiva, coerente con l'Agenda 2030 dell’ONU.

Il rapporto "Un welfare aziendale ‘a filiera corta’. Attuale sviluppo e possibili evoluzioni in provincia di Siena", firmato da Valentino Santoni, Federico Razetti e Franca Maino, raccoglie gli esiti delle ricerche svolte in tal senso.