IMMIGRAZIONE E ACCOGLIENZA /
Buone pratiche di accoglienza dal Canton Ticino al Piemonte
È disponibile il rapporto di ricerca del progetto Interreg Italia-Svizzera MINPLUS curato da Franca Maino e Orlando De Gregorio
16 luglio 2020

È online il rapporto di ricerca del progetto Interreg Italia-Svizzera Minplus curato dalla Direttrice di Percorsi di secondo welfare, Franca Maino, insieme a Orlando De Gregorio. Il rapporto si intitola "La governance dell’accoglienza di richiedenti asilo e minori stranieri non accompagnati. Buone pratiche dal Canton Ticino al Piemonte" e raccoglie contributi su studi di caso locale di Paolo Moroni, Orlando De Gregorio, Francesca Prunotto e Paola Amato.

Il rapporto presenta i risultati di ricerca delle attività inerenti al Work Package 3 del progetto ovvero la mappatura dei modelli di governance dell’accoglienza e dell’integrazione di richidenti protezione internazionale e minori soli non accompagnati (MSNA). In particolare, nel rapporto di ricerca - dopo una descrizione del fenomeno migratorio verso la Svizzera e l’Italia - vengono trattegiate le caratteristiche dei due sistemi di accoglienza.

Sul versante svizzero si fa riferimento all’ambiziosa Agenda Integrazione e alle buone pratiche di accoglienza realizzate nel Canton Ticino, sul versante italiano e piemontese sono state raccolte le esperienze più avanzate di accoglienza diffusa e di inclusione sociale di richiedenti asilo e minori soli non accompagnati in Val d’Ossola, nel Novarese, in Val di Susa e nel Canavese. Chiudono il rapporto di ricerca due approfondimenti sui progetti di accoglienza e inclusione rivolti ai migranti LGBT e a migranti con disagio psichico.

I risultati di ricerca sono stati presentati oggi 16 luglio alle 10,30 durante il Webinar “Verso una nuova normalità? Traiettorie di governance dell’accoglienza di richiedenti asilo e minori stranieri non accompagnati tra Piemonte e Canton Ticino”. Insieme ai curatori del rapporto ne hanno discusso Mauro Ferrari, Consorzio Intercomunale Servizi Sociali Ossola (capofila italiano progetto Minplus); Furio Bednarz, Divisione della Formazione Professionale - Canton Ticino; Carmela Fiorini, Unità interdipartimentale per l’integrazione - Dipartimento della sanità e della socialità - Canton Ticino (capofila svizzero progetto Minplus); Francesca Prunotto Avvocata Foro di Torino, Simone Andreotti Cooperativa Inmigrazione, Ylenia Serra Garante regionale dell’Infanzia; Andrea Rampini, Codici.


 

 


I ''sommersi'' dell'accoglienza ai tempi dell'emergenza sanitaria

Percorsi di accoglienza nelle aree montane: lo SPRAR di Vogogna

Corridoi umanitari, un modello per l'accoglienza