GOVERNI LOCALI / Enti locali
Asili nido comunali aperti anche nel weekend, la proposta di Bologna
Piccola rassegna sul progetto del Comune emiliano
02 giugno 2015

Non solo d’estate, ma anche nei fine settimana. Arriva da Bologna la proposta di riformare gli orari degli asili nido e delle materne comunali adattandoli alle nuove esigenze delle famiglie italiane, sempre più spesso alle prese con lavori che, quando ci sono, richiedono turni che mal si conciliano con gli orari "classici" delle scuole per i più piccoli. Un’ipotesi che altri Paesi, come gli Stati Uniti, hanno già trasformato in realtà, con asili nido aperti 24 ore al giorno per tutta la settimana, e che pure in Italia conta qualche precedente. Non mancano infatti casi di privati che, prima di altri, si sono resi conto dei tempi che cambiano modificando di conseguenza la propria offerta. Bologna sul tema è da sempre all'avanguardia - inaugurò i primi due asili nido a gestione comunale d’Italia ben due anni prima della legge del 1971 - e ora cerca un nuovo cambio di passo, che tuttavia non si profila semplice. 

Da un lato la neonata Istituzione Scuola, voluta nel 2014 dal Comune per sbloccare le assunzioni delle maestre e innovare il comparto 0-6 anni, ha espresso il proprio appoggio, annunciando che a partire dal mese di settembre avvierà un percorso di ascolto con lavoratori e genitori per capire come rivoluzionare il servizio. E d’accordo è anche il sindaco di Bologna, Virginio Merola, così come la Regione Emilia Romagna, con la vicepresidente e assessore al Welfare, Elisabetta Gualmini, secondo cui gli orari dei nidi comunali sono troppo rigidi rispetto alle necessità dei genitori contemporanei. Dall'altro lato non mancano tuttavia le critiche. Se nella Cgil del capoluogo emiliano le posizioni sono più variegate - con segmenti del sindacato favorevoli alla proposta e altri meno propensi ad assecondare il progetto- i sindacati di base, con l’Usb in prima linea, si dicono invece contrari. 

Da segnalare anche la posizione dell'economista Stefano Zamagni che, pur non bocciando il progetto, avanza una riflessione più profonda sulla situazione del welfare pubblico, sottolinea come il problema non è essere d'accordo o meno con la proposta in sè, ma rendersi conto che ormai il vecchio modello di welfare non è più sostenibile. 


Asili nido comunali aperti anche nel weekend, la proposta a Bologna
Annalisa Dall'Oca, Il Fatto Quotidiano, 2 giugno 2015

Zamagni: "Ipotesi interessante, il welfare cambierà"
Ilaria Venturi, Repubblica Bologna, 2 giugno 2015 

Merola apre sugli asili nido nel weekend: "Un tema vero, il mondo è cambiato"
Corriere Bologna, 1 giugno 2015

Asili aperti anche nel weekend: la Cgil divisa
Eleonora Capelli, Repubblica Bologna, 1 giugno 2015

Asili aperti anche la domenica, il sindacato indice uno sciopero
Corriere Bologna, 1 giugno 2015
 

Potrebbe interessarti anche:

Nidi e welfare, è ora di cambiare

La nuova Regione della Gualmini: «Avanti con il privato nel welfare»

Il Referendum di Bologna sul sistema integrato delle scuole d'infanzia

 

 
NON compilare questo campo